carabinieri QInsegue il nuovo compagno dell’ex moglie ma quando lo ferma in auto e lo costringe a scende viene picchiato a sangue dall’uomo.

E’ accaduto nei giorni scorsi quando i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Alessandria hanno denunciato per lesioni personali gravi un cittadino italiano di 48 anni, residente in provincia attuale compagno di una donna residente in Alessandria e per violenza privata l’ex marito, anche lui italiano di 46 anni, residente in città.


La sera del 1° ottobre, alle 22. circa, una gazzella del radiomobile transitava lungo la tangenziale e notava due auto ferme in una piazzola di sosta con i fari accesi. Visto la strana presenza, i militari decidevano di effettuare un controllo e appena si fermavano e illuminavano i mezzi con i fari notavano un uomo a terra col volto sanguinante e un altro uomo in piedi davanti a lui.

Identificavano l’uomo in piedi mentre per quello sanguinante chiamavano il 118 facendolo accompagnare in ospedale per le cure. I successivi accertamenti consentivano di scoprire che il 48enne è l’attuale compagno di una donna che era l’ex moglie del 46enne.

Secodo la ricostruzione effettuata dai militari l’ex marito, quella sera, dopo avere accompagnato i figli dalla ex moglie, decideva di seguire il nuovo compagno della donna per dargli una lezione.

Lo seguiva con l’auto e in tangenziale lo affiancava e lo stringeva verso il guard rail, costringendolo a fermarsi per evitare un incidente. Il 46enne scendeva dalla sua auto e affrontava con fare minaccioso l’attuale compagno della donna il quale non ci pensava due volte e, sentitosi in pericolo, colpiva con dei pugni al volto dell’ex marito..

Subito dopo passavano per caso i militari che trovavano infatti il 46enne sanguinante e lo facevano accompagnare al pronto soccorso. Dopo la ricostruzione dei fatti il 46enne veniva denunciato per violenza privata perché con la sua azione aveva costretto il rivale a fermarsi senza la sua volontà, mentre il 48enne veniva denunciato per lesioni personali gravi visto che il 46enne, a seguito delle ferite riportate al volto, si trova ancora ricoverato in ospedale.

5 ottobre 2015