ironia - QIn altra parte del giornale potete leggere che finalmente il Sindaco Gianluca Bardone ha revocato (finalmente) l’ordinanza emessa a luglio con la quale vietava a TUTTI i tortonesi di annaffiare giardini e lavare le auto. Provvedimento che era in vigore fino a pochi giorni fa.

Ci saremmo aspettati di vedere una città piena di erba secca e senza fiori, ma non è stato così, perché semplicemente, crediamo, che nessuno abbia rispettato questa ordinanza.


D’altro canto avrebbero dovuto essere i Vigili urbani a farla rispettare, vigili che come noto, sono sotto organico e terminano il turo di lavoro alle 19.

Che senso ha allora emettere un’ordinanza del genere se nessuo poi la rispetta?

E che senso ha aspettare fino a settembre quando l’emergenza siccità è finita da un pezzo, per revocarla? Non si poteva fare prima?

Come cittadini ci sentiamo presi per il c… due volte!!!

Crediamo che lo strumento delle ordinanze del sindaco debba essere utilizzato per cose ben più serie e quando si usa debba essere fatto rispettare,

A Luglio c’era l’emergenza idrica ed era giusto avvisare la popolazione, ma non sarebbe stato sufficiente un semplice appello del sindaco?

Perché ridicolizzare la situazione con questi provvedimenti e poi lo stesso sindaco che “si dimentica” di revocare l’ordinanza?

Per la prossima estate forse sarebbe bene pensare al da farsi per tempo invece che fare certe figure!

21 settembre 2015