barbadoro massimo - qQuale Assessore alla Pubblica Istruzione voglio inviare un affettuoso augurio di buon lavoro agli studenti, alle loro famiglie, agli insegnanti  e a tutti gli operatori del mondo della scuola che cominciano un nuovo anno scolastico.

Ai ragazzi, oltre che augurare un anno scolastico che permetta loro di crescere e di superarsi, auspico una presenza attiva alla vita della nostra città, indispensabile per una comunità che vuole rigenerarsi.


Agli insegnanti l’augurio di continuare a svolgere con dedizione  e professionalità il delicato compito affidato loro dalla società civile.

Alle famiglie, nell’ottica di una condivisione delle responsabilità educative, l’augurio di una compartecipazione sempre più fattiva nelle attività di formazione.

La scuola non può essere considerata un’isola a sé stante ma strettamente connessa alla società per permettere un reale miglioramento  economico e sociale della comunità attraverso l’apporto delle  nuove generazioni.

Tutti noi dobbiamo cercare di sviluppare il senso e il valore del Patto di corresponsabilità Educativa tra scuola, famiglia e comunità, offrendo degli esempi concreti di come il rapporto tra questi diversi soggetti possa diventare efficace e concorrere alla stessa meta.

Attualmente la continuità educativa va pensata non solo come procedura (passaggio da un ordine di scuola ad un altro), ma soprattutto come processo che riguarda la capacità di creare connessioni tra la scuola e gli altri luoghi educativi e di scambio sociale: la piazza, i giardini, i negozi, i cittadini: insomma, il territorio.

La scuola deve essere aperta alla città, la quale si fa comunità educante in sinergia con la scuola, per  diventare un’unica forza  che faccia squadra e lavori insieme per obiettivi comuni.

Il lavoro che stiamo impostando con i dirigenti scolastici vedrà numerose iniziative e attività di carattere formativo  che verranno messe in campo nel corso dell’anno scolastico 2015 / 2016.

L’Amministrazione Comunale intende quindi svolgere  un ruolo particolarmente attivo rispetto alle questioni sopra citate: culturali, sociali, economiche e lavorative, ritenendo il sistema educativo  e formativo oggi tra i più importanti fattori di investimento  per il nostro territorio.

L’Assessore alla Pubblica Istruzione di Valenza Massimo Barbadoro

4 settembre 2015