bardone pensieroso - ILa prossima settimana si terrà un incontro con tutti i Sindaci del Distretto Tortonese per redigere un documento condiviso in esito alla presentazione da parte dell’ASL dell’atto aziendale, che verrà successivamente illustrato, motivato e sostenuto dal Sindaco Bardone nella Rappresentanza dei Sindaci che si terrà ad Alessandria il 7 ottobre.

Restando in attesa degli esiti del ricorso al TAR, dell’eventuale accoglimento del ricorso sulla chiusura del punto nascite, prosegue quindi l’attività di confronto e di condivisione sulla riorganizzazione ospedaliera con i Sindaci del Territorio e i rappresentati dei Comitati cittadini.


 

“Le azioni intraprese per la salvaguardia del nostro Ospedale – dichiara il Sindaco Bardone – non hanno avuto sin dall’inizio colore politico e spero non diventino ora pretesto di propaganda elettorale da parte di alcuno. Ciò che si è fatto in condivisione con 37 Sindaci del Territorio, il Comitato Uniti per Tortona e l’Associazione difesa salute e presidio ospedaliero appartiene tanto all’Amministratore pubblico, di Maggioranza e di Minoranza, quanto al cittadino privato che ha lottato e manifestato per il mantenimento del nostro nosocomio. Tutto quello che abbiamo fatto e continueremo a fare non è finalizzato ad alcun tornaconto di immagine, ma è vocato esclusivamente alla causa del bene della nostra Città. Spero che in questo momento si prosegua sulla strada del fare tutto il possibile a salvaguardia della salute dei nostri concittadini e non prevalgono stati d’animo disfattisti o, peggio ancora, strumentalizzazioni politiche che ritengo siano solo controproducenti e soprattutto rischino di compromettere il lavoro sin qui effettivamente svolto e di allontanare i cittadini dai nostri servizi ospedalieri”.

25 settembre 2015