carabinieri 2QNell’ambito dei servizi di controllo del territorio e di repressione dei reati predatori espressi dai militari dipendenti dalla Compagnia Carabinieri di Alessandria, si segnalano i sottonotati episodi degni di nota:

Il 7 settembre  i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Alessandria, deferivano in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza alcoolica G.V., alessandrina di 55 anni.


La donna alle ore 23.30 circa del giorno precedente in Frugarolo, alla guida di un’autovettura di  proprietà di terza persona, perdeva il controllo del mezzo finendo nel campo attiguo alla strada mostrando da subito chiari sintomi di alterazione psicofisica dovuti all’eccessivo consumo di alcool e, sottoposta ad alcoltest, venivano riscontrati i tassi di 1,81 g/l e 1,77 g/l. La patente di guida veniva ritirata.

In data 7 settembre 2015, il GIP del Tribunale di Alessandria, concordando con le risultanze investigative e per evitare il pericolo di reiterazione del reato, convalidava l’arresto di AGGOUB Hamid, nato in Marocco l’11 giugno 1980, domiciliato in Alessandria che veniva tratto in arresto dai militari del Nucleo Radiomobile di Compagnia dopo aver messo a segno  due rapine una di seguito all’altra ai danni di due coppie di alessandrini sottraendo i loro, sotto minaccia di un coltello, quattro telefoni cellulari e 400 (quattrocento) euro.

Il 9 settembre 2015,i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Alessandria traevano in arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni e minacce a terza persona Ayubi Mohamed, nato in Marocco il 28 novembre 1990, in Italia senza fissa dimora.

I militari  intervenivano su richiesta al 112 presso la Stazione i Alessandria poiché era stata segnalata una lite tra extracomunitari. Giunti sul posto, venivano individuati i soggetti partecipanti al litigio ed identificati in N.B.A., senegelese 49 enne e nell’arrestato. Una volta calmati gli animi, quest’ultimo veniva accompagnato in Caserma poiché risultava irregolare sul territorio nazionale e deferito per tale motivo. Una volta espletate le formalità di rito in caserma, l’AYUBI si recava nuovamente presso la citata Stazione ferroviaria ove, sempre per futili motivi, riprendeva a minacciare il citato cittadino nigeriano ancora presente nella sala d’attesa dello scalo ferroviario, colpendolo successivamente con una bottiglia al capo. Sul posto intervenivano nuovamente i militari operanti e personale del 118 per soccorrere il malcapitato che veniva trasportato presso l’Ospedale Civile di Alessandria ove gli venivano diagnosticate  lesioni per “trauma cranico lieve con ferite occipitali” e successivamente dimesso con prognosi di 15 giorni

L’aggressore, una volta fermato, continuava ad inveire contro i militari, tentando più volte di colpirli con calci e pugni.

10 settembre 2015