finanza qI militari della Guardia di Finanza di Alessandria hanno sequestrato circa 1.500 oggetti venduti in un negozio cittadino gestito da un cinese. La merce, tra cui materiale elettrico ed elettronico, giocattoli e medicinali, era infatti priva delle etichette e delle istruzioni d’uso a tutela dei consumatori.

L’operazione dei Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Alessandria rientra  nell’ambito dei  controlli  finalizzati a contrastare l’introduzione e la vendita nel territorio provinciale di articoli e prodotti fabbricati in Cina e privi dei necessari requisiti di sicurezza. La commercializzazione dei prodotti senza alcuna etichetta merceologica che consenta di individuare la filiera produttiva e commerciale, ha ricordato la Guardia di Finanza, vìola le disposizioni legislative dettate dal Codice del consumo, che – a tutela del consumatore – impongono la presenza sul prodotto e/o sulla sua confezione di un’etichetta in lingua italiana chiara e leggibile, contenente i dati relativi al paese di origine del prodotto, al produttore, all’importatore nonché le istruzioni per l’utilizzo del prodotto in sicurezza.


L’uomo dovrà pagare una multa salata che potrebbe arrivare anche a diverse migliaia di euro.

13 agosto 2015