prostitute nere - qNel lungo comunicato stampa dell’assessore regionale all’immigrazione Monica Cerutti che accompagna l’approvazione del nuovo Piano di accoglienza dei MIGRANTI (Viene usato questo termine non quello di profughi che sono due cose diverse) fino al 2020 e che qualche giornalista  ha riportato integralmente senza i dovuti approfondimenti, c’è un passaggio in cui l’assessore dice chiaramente che insieme ai migranti arriveranno pure le prostitute. Una vera e propria tratta di esseri umani che Monica Cerutti conferma sia in atto.

L’assessore regionale all’immigrazione conferma che sui barconi che arrivano in Italia pieni di stranieri che verranno ospitati anche in provincia di Alessandria ci saranno le prostitute, per questo ha deciso di avviare il progetto “Contro la Tratta” proprio per impedire la tratta delle prostitute.


“Particolare attenzione  -scrive Monica Cerutti sul suo sito internet – sarà rivolta anche al tema della tratta degli esseri umani poiché è ormai acclarato che attraverso i barconi giungono in Italia anche donne trafficate a scopo di sfruttamento sessuale. Al fine di identificare eventuali vittime si creeranno collegamenti e collaborazioni tra le strutture di accoglienza e i partner del progetto regionale “Piemonte in rete contro la tratta”.

Naturalmente non è detto che si riesca ad intercettare tutte potenziali ed effettive prostitute, tuttavia la Regione vigilerà. In che modo la Cerutti non lo dice ma la Regione vigilerà senz’altro.

16 agosto 2015

prostitute nere - G