Gotta

Maria Teresa Gotta

Il sistema educativo integrato cittadino, nella mia visione va affrontato con “piccole riforme quotidiane” che abbiano carattere di concretezza in relazione al contesto e di valorizzazione del territorio. Prestare attenzione e rivisitare l’esistente. Questo è stato il filo conduttore e su questo intendo proseguire: riorganizzare le risorse umane e strutturali rimodulando e differenziando la proposta dei servizi anche in relazione al cambiamento della domanda da parte dei cittadini.

Proprio per questo, parallelamente al percorso di statalizzazione delle scuole d’infanzia comunali, processo in atto in tutta Italia, sto lavorando per valorizzare il servizio di asilo nido.
Il servizio di asilo nido riveste un grande ruolo educativo non solo socio assistenziale, e pertanto intendo valorizzarlo e promuoverlo.
Il nostro obiettivo è diventare per i genitori un punto di riferimento  e un interlocutore con il quale stringere un “patto educativo”. Per agevolare questo percorso di dialogo e conoscenza abbiamo predisposto la Carta dei Servizi dei nidi d’infanzia del Comune di Alessandria. In particolare, per andare incontro alle esigenze dei cittadini, abbiamo rimodulato le rette in relazione all’ISEE con una particolare attenzione alla classe media.


Un discorso a sé meritano le strutture . Gli edifici scolastici sono infatti il luogo in cui i bambini trascorrono gran parte della giornata perciò devono essere accoglienti e funzionali alle esigenze socio-educative del percorso pedagogico di chi li vive quotidianamente.
L’intento è collegare la realtà scolastica al territorio attraverso progetti di educazione al dialogo, alla mobilità, alla salute e all’integrazione socio-culturale. Proprio in questo senso abbiamo prestato attenzione ai progetti educativi proposti da diverse realtà cittadine per permettere e alimentare il dialogo fra la città e i ragazzi, promuovendone il potenziale educativo, lavorando sia con soggetti istituzionali sia appartenenti al terzo settore o a quello privato.

Infine vi annuncio che nel mese di settembre avremo il piacere di inaugurare:
1. lo spazio per l’educazione motoria presso la scuola primaria Santorre di Santarosa
2. la nuova sede della scuola d’infanzia comunale Santorre di Santarosa presso la struttura di via Rossini
3.la nuova sezione primavera sempre presso la struttura via Rossini
4.la nuova scuola infanzia statale Gobetti interessata dal lavori del PISU
5. la nuova sezione di scuola infanzia statale presso la Zanzi ( per abbattere ulteriormente le liste d’attesa)
6. l’efficientamento energetico grazie alla sostituzione di tutti i serramenti e il rifacimento della pensilina dal cancello all’ingresso presso il Nido Trucco di via Bramante

Concludo affermando che l’attenzione per le strutture è costante e il rapporto di collaborazione con gli Istituti Comprensivi e le Direzioni Didattiche della Città e con nuove realtà quali gruppi di genitori organizzati  è concreto e tuttora in corso.

Maria Teresa Gotta – Assessore Politiche Educative e Aggregazione Sociale

31 agosto 2015