La sede dell'Unità Gamma di Tortona

La sede dell’Unità Gamma di Tortona

Ancora un brillante intervento dei poliziotti privati dell’Unità Gamma che grazie al sistema di allarme e alle telecamere a circuito chiuso riescano a bloccare un furto ai danni dell’azienda Boero tra Rivalta Scrivia e Pozzolo Formigaro  dioltre  650 kg di cavi elettrici, sventato grazie al loro Pronto intervento che si accorgono dell’episodio e chiamano i carabinieri.

E’ accaduto nella notte tra domenica e lunedì, poco prima delle tre quando suona l’allarme all’interno della Centrale Operativa dell’Istituto privato di sorveglianza con sede a Tortona, lungo la statale per Genova.


E’ il sistema anti intrusione dell’azienda Boero, che produce vernici. Le telecamere inquadrano due persone che hanno divelto la recinzione e si avvicinano alla centrale elettrica, ma con ogni probabilità i malvivnmeti sono in numero superiore.

Scatta l’allarme e subito una pattuglia dell’Unità Gamma si reca sul posto insieme ai carabinieri che sono stati prontamente avvisati. Mlitari e poliziotti privati bloccano la via d’uscita ai banditi mettendo le auto all’imbocco della strada privata che porta all’azienda e la collegata con la statale 211.

Nel frattempo arrivano sul posto cinque pattuglie dei carabinieri che si avvicinano alla sede dell’azienda, ma i ladri che avevano sventrato la cabina elettrica da 15 mila volts, iniziano a darsi alla fuga nei campi circostanti.

I carabinieri di mettono al loro inseguimento, ma favoriti anche dall’oscurità i banditi riescono a far perdere le loro tracce.

Nel frattempo viene effettuato un sopralluogo all’azienda e si scopre che è sttao combinato un bel disastro: in poco tempo, infatti i ladri sono risuciti a rubare diversi cavi elettrici che hanno staccato dalla cabina.

Parcheggiate a fianco della Boero vengono ritrovate due auto usate dai banditi con sopra ben 650 Kg di fili di rame che poche ore dopo verranno restituiti al direttore della fabbrica svegliato in piena notte e fatto arrivare sul posto.

Sulle auto dei malviventi vengono anche ritrovati arnesi da scasso, posti sotto sequestro insieme alla macchine, mentre sul posto vengono fatti intervenire anche i tecnici dell’Enel per riparare il guasto.

Alla fine di danni risultano di notevole entità, ma avrebbero potuto essere ancora più ingenti se i poliziotti dell’Unità Gamma non fossero tempestivamente intervenuti ed avessero dato subito l’allarme.

31 agosto 2015

La sede dell'Unità Gamma

La sede dell’Unità Gamma