carabinieriQI Carabinieri di Alessandria hanno arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione Marisabel Magagnato, di 30 anni.

La donna era stata raggiunta nel settembre del 2014 da un ordine di carcerazione perché era stata condannata a due anni e due mesi di reclusione come cumulo di pene di più reati commessi in passato. I mesi scorsi la donna era stata posta in stato di detenzione domiciliare, come misura alternativa al carcere, per scontare l’ultima parte della condanna, ma per lei il Magistrato di Sorveglianza i giorni scorsi ha deciso per la sospensione della detenzione domiciliare inviando gli atti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Alessandria che ne disponeva il nuovo arresto.


La decisione veniva presa perché i Carabinieri del Cristo avevano scoperto che la donna al momento della scarcerazione aveva chiesto di scontare la condanna nell’abitazione sita nel quartiere Cristo in una casa popolare che, come da lei attestato, le era stata assegnata dal Comune di Alessandria.

In realtà i Carabinieri avevano segnalato al Magistrato di Sorveglianza che tale alloggio era stato occupato abusivamente da lei e dal suo compagno fin dall’aprile 2014 motivo per cui entrambi erano stati denunciati. Visto che la donna aveva dichiarato il falso, era stata denunciata all’Autorità Giudiziaria anche per questo motivo e il Magistrato di Sorveglianza decideva per la revoca della detenzione domiciliare e per l’accompagnamento in carcere visto la sua inattendibilità e il pericolo che la stessa possa compiere ulteriori fatti reato in futuro. Di conseguenza, dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica di Alessandria giungeva ai Carabinieri di Alessandria Cristo l’ordine di carcerazione nei confronti della donna che veniva prelevata dai militari dalla sua abitazione e successivamente accompagnata al carcere di Vercelli per l’espiazione della pena residua.

27 agosto 2015