Marica Barrera

Marica Barrera

Due progetti che esaltano un rapporto “diretto” con l’agricoltura, con i suoi prodotti, con la filosofia “bio”, con la consapevolezza dei consumatori in tema di alimentazione, con la riscoperta di un rapporto antico-e-sempre-nuovo di commercializzazione dei beni offerti quale quello dei “mercatini”, con la valorizzazione di una via cittadina (via Dossena) che sta ogni giorno rifiorendo e che diventa luogo di incontro di esperienze, di cultura, di socializzazione a tutto tondo.

Questi sono gli elementi distintivi di due progetti che — pur diversi nelle proprie articolazioni — hanno elementi in comune e hanno trovato il pieno sostegno dal parte dell’Amministrazione Comunale di Alessandria.


Si tratta del progetto “Agrinsieme ALESSANDRIA” e del progetto “bio dossena”.

In “Agrinsieme” sono coinvolte una serie di aziende agricole associate di Confagricoltura Alessandria e Cia Alessandria e l’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto a valenza nazionale promosso da Confagricoltura, Cia e Alleanza delle Cooperative Italiane–Settore Agroalimentare (Agrital Agci, Fedagri Confcooperative e Legacoop Agroalimentare) per il coordinamento dello sviluppo agricolo agroalimentare volto a definire comuni strategie di sviluppo agricolo e agroalimentare tali da garantire redditività alle imprese e alle cooperative agricole.

“Agrinsieme Alessandria” darà dunque vita a partire dal 29 maggio a un mercatino in via Dossena ad Alessandria che consentirà ai cittadini di usufruire — con cadenza settimanale, il venerdì mattina, dalle ore 8.00 alle 13.00 — di questa nuova interessante opportunità.

Per il momento hanno aderito i seguenti associati di Confagricoltura Alessandria:

–        Cantina Sociale di Mantovana (vini)

–        Bisoglio Luigina (farine, pane)

–        Novelli Donatella di Sale (polenta, erbe aromatiche, verdure di stagione)

–        La Pederbona (gelato)

Per quanto riguarda gli associati di CIA Alessandria, al momento hanno aderito:

–        Pachamama (ortaggi, piante officinali, fiori)

–        Giglio Miele (miele)

–        Zanotti Antonio (ortaggi senza trattamenti)

–        Paolo Bianchi (nocciole, ortaggi)

–        La Fattoria della Capra Regina (formaggi)

–        Marna Canepa (ortaggi)

–        Scaltritti – Casa di Quartiere di Alessandria(ortaggi)

 

Il progetto “Bio Dossena” è promosso da Bio Alessandria (associazione dei Produttori Biologici della provincia di Alessandria) che, costituita nel 2004, nel corso di questo decennio ha allestito stand promozionali delle produzioni biologiche presso le maggiori fiere internazionali del biologico e, in particolare, presso il SANA di Bologna ed il BIOFACH di Norimberga.

Bio Alessandria — che ha stampato anche tre guide per la promozione del territorio e dei produttori biologici della provincia alessandrina — organizza da ormai dieci anni il mercatino del biologico di Alessandria con la proposta di prodotti (tutti certificati e a norma di legge) che vanno dalla frutta, verdura, miele, vino, olio, confetture, formaggi, salumi…), sino a interessanti prodotti artigianali (con la lana, con il cotone, realizzati da maestri impagliatori e intagliatori etc.).

Con lo specifico progetto “Bio Dossena” (che fa esplicito riferimento alla location nell’omonima via della Città di Alessandria), l’associazione Bio Alessandria consolida, da giovedì 28 maggio (e per ogni giovedì mattina dalle ore 8.00 alle 13.00), la propria proposta di mercatini. Saranno presenti i seguenti espositori:

–          l’Azienda agricola PADANA di Paolo Bobbio con le verdure e la frutta coltivate con metodo Biologico e Biodinamico nel paese della Madonnina dei Centauri, Castellazzo Bormida

–          una rappresentanza del territorio casalese (sciamatura delle api permettendo) con le delizie di a base di Miele della Azienda Agricola di Pitarresi Giuseppe

–          sempre del Casalese, la Cascina San Lorenzo con salumi e formaggi

–          la formaggiaia Anna Cravero della Valle d’Aosta con le sue saporite proposte proveniente dai migliori caseifici del Piemonte e della Valle d’Aosta

–          quale “nuova proposta”, l’Olio Fausone di Canelli e Imperia con il pesto ligure e l’olio di oliva taggiasco

–          l’Azienda agricola La Duara con la (meteo permettendo) “Ciliegia precoce” di Rivarone, rigorosamente Biologica

–          il Panificio Marcarino che — oltre a portare pane, grissini, torte, pizze e nocciole — organizza un “Corso di Panificazione”, dall’impasto alla pagnotta cotta, dalle ore 9.00 all 17.00, in collaborazione con la Pizzeria “Voce del mare” di via Dossena, farine Bio del Mulino Marino e il panettiere Stefano Vegetabile (panificatore biologico, agricoltore e insegnante di agricoltura biodinamica, antropologo).

«Ringrazio molto Confagricoltura Alessandria, Cia Alessandria e l’associazione Bio Alessandria — commenta il Sindaco di Alessandria, Maria Rita Rossa — per il coinvolgimento in queste iniziative progettuali che hanno il pregio non solo di arricchire l’offerta ai cittadini di prodotti che esaltano il rapporto tra territorio e qualità, ma anche che consolidano ulteriormente l’attenzione per un luogo della Città quale via Dossena che questa Amministrazione Comunale sta rilanciando nell’ambito della complessiva valorizzazione di Borgo Rovereto».

«Questi progetti e la sperimentazione dei mercatini proprio in via Dossena offrono prodotti interessanti, assolutamente biologici e di qualità — sottolinea l’assessore allo Sviluppo Economico, Marica Barrera —. Il nostro intento, attraverso la complessiva riqualificazione di quest’area è nella possibilità che via Dossena venga sempre più riconosciuta dagli alessandrini anche per le eccellenze che qui vengono commercialmente offerte auspicando che la comunità locale si senta coinvolta per contribuire — produttori, consumatori e amministrazione comunale — a fare rinascere il nostro centro cittadino.

28 maggio 2015

agrimercato -L