Domenica 24 Maggio si è svolto all’Arena di Verona “Conto Cento, Canto Pace”…un evento che ha coivolto più di 4000 persone appartenenti a formazioni corali da tutta Italia. Il Coro di voci bianche e giovanile, il Coro misto e quello maschile, l’Orchestra e la Banda sul palco e Cori dalle più varie realtà italiane, disposti lungo tutti gli spalti, hanno colorato la cornice di questa meravigliosa location: l’Arena di Verona.

Essa, come simbolo di storia, cultura e musica, ha accolto e raccolto la voce di tanti in un unico grande messaggio di unione e condivisione, attraverso il più grande mezzo di comunicazione; la musica. La Corale Novese e il suo Maestro Chris Iuliano, tra i Cori sugli spalti, ha cantato, a 100 anni dalla Grande Guerra, per ricordare ciò che da vicino o da lontano fa parte della storia di ognuno.


Al calar della sera, i Cori sugli spalti hanno fatto suonare le prime note del concerto con L’Inno di Mameli, per introdurre il celebre Coro SAT di Trento che si è esibito sul palco. Lo spettacolo è stato, da questo momento, un alternarsi e susseguirsi di canti tradizionali e non, dei Cori sugli spalti diretti dal Maestro Carlo Pavese, della Formazione di voci bianche e giovanile diretta dal Maestro Roberta Paraninfo, del Coro Maschile diretto dal Maestro Mario Lanaro e del Coro Misto, diretto dal Maestro Pasquale Veleno.

Anche il pubblico in platea è stato coinvolto nel canto comune di alcuni tra i più importanti brani di tradizione, insieme a questa unica grande voce, che si è creata nel corso della serata. A chiudere questa manifestazione, così ricca di storia ed emozioni, l’indimenticabile Và pensiero di Giuseppe Verdi, ha lasciato volare via le ultime note e parole di un così importante momento.

26 maggio 2015

La corale novese

La corale novese