Uno dei coltelli sequestati

Uno dei coltelli sequestati

I Funzionari del Servizio Antifrode delle Dogane di Rivalta Scrivia hanno condotto di recente un’importante operazione che ha portato al sequestro di una partita di armi da punta e da taglio, dichiarate in dogana come “coltelli vari e articoli da campeggio”.

Le armi sequestrate erano condotte in dogana prive dell’obbligatoria autorizzazione rilasciata a cura dagli organi di Pubblica Sicurezza.


La destinazione d’uso delle armi da taglio sequestrate è stata accertata, oltre che dall’osservazione della corrispondenza delle caratteristiche degli oggetti con la definizione di arma da punta e da taglio riportata nel Reg. del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, anche dalle peculiari incisioni presenti sulle lame che riportavano: “che la tua ferita sia mortale”. Evocativi della natura di vere e proprie armi dei prodotti sequestrati risultano anche i fogli illustrativi allegati alle medesime, riportanti fra le indicazioni d’uso: “…la vendetta per offese all’onore”.

 

28 maggio 2015

Uno dei coltelli sequestrati

Uno dei coltelli sequestrati

Il foglio sequestrato

Il foglio sequestrato