prostitute - QNella serata di ieri, 28 maggio, la Polizia di Stato, nel corso del controllo straordinario del territorio effettuato in Alessandria, con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine Piemonte, volto al contrasto del fenomeno dello sfruttamento e/o favoreggiamento della prostituzione in strada, ha proceduto all’arresto di due donne dedite all’attività di meretricio ed alla denuncia, in stato di libertà, di altre due, nonché ad una segnalazione amministrativa.

Il servizio è stato espletato sia lungo le vie urbane che periferiche, dove sono state identificate, controllate ed accompagnate in Questura, per i successivi adempimenti, 14 donne dedite all’attività di meretricio, di cui 1 slovacca, 4 nigeriane, 6 rumene, 2 albanesi, 1 italiana.


Precisamente, alle ore 21,50, in viale Tiziano, in prossimità del ponte, è stata identificata una cittadina di nazionalità slovacca, T. L., di anni 39, a carico della quale, da successivo controllo in banca dati, è risultata l’esecuzione di pene concorrenti e contestuale ordine di esecuzione emesso in data 01.04.2015 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Alessandria, dovendo la stessa espiare 3 mesi di arresto.

La T.L. è stata, pertanto, condotta presso il carcere di Torino, per l’espiazione della suddetta pena.

Alle successive ore 22,35, in viale “Don Orione”, angolo Via Silvio Pellico, sono state identificate due cittadine di nazionalità nigeriana, A. B., di anni 25, richiedente asilo politico e volontariamente allontanatasi dalla struttura ricettiva di Massa e I. J. , di anni 22, anch’ella richiedente asilo politico a Torino, entrambe senza precedenti e/o pregiudizi di Polizia.

Contestualmente, alla medesima ora, gli equipaggi della Polizia di Stato impiegati nel servizio di controllo straordinario hanno identificato, all’interno del piazzale antistante il cimitero, in Spinetta Marengo, tre donne: I. M., cittadina di nazionalità rumena,  residente in Alessandria, di anni 30, inottemperante al decreto di allontanamento dal Territorio Nazionale emesso dal Prefetto di Alessandria e notificato in data 15.11.2014,; M. F. G.,  della medesima nazionalità e domiciliata in Alessandria, di anni 27, denunciata in stato di libertà per divieto di ritorno nel Comune di Alessandria emesso dalla Questura di Alessandria e notificato in data 05.10.2012 per la durata di 3 anni; L. C. A., di nazionalità rumena, di anni 27, domiciliata in Alessandria.

Alle successive ore 22,40, in Viale Don Orione, alla rotonda, all’altezza dell’AMAG, sono state identificate altre due cittadine di origine nigeriana, prontamente bloccate dagli agenti di Polizia, a seguito di un breve inseguimento, essendosi le stesse date alla fuga alla vista degli operatori di Polizia. Le due donne sono state identificate per I. J. , di anni 20, richiedente asilo politico ed O. R., di anni 25, in possesso del permesso di soggiorno per motivi umanitari.

Alle ore 11,13 circa, in zona Archi, all’interno del parcheggio del supermercato “DE RIZIO”, è stata identificata, nel momento in cui scendeva dall’auto del “cliente” che la stava riportando in zona, una cittadina di nazionalità rumena, B. R. G., di anni 23, pregiudicata. Nella medesima circostanza è stato identificato anche il conducente dell’autovettura.

Alle ore 11,15, in Piazzale Berlinguer, all’altezza dell’edicola, di fronte all’ingresso dell’Ospedale Civile, è stata identificata una cittadina di nazionalità albanese, R. M., di anni 37,  non in regola con il permesso di soggiorno ed invitata ai sensi dell’art. 15 T.U.L.P.S per regolarizzare la propria posizione sul Territorio Nazionale. Alla stessa è stata notificata una violazione amministrativa in quanto inottemperante al precedente invito ai sensi dell’art. 15 T.U.LP.S.

Alle ore 11,30, in Spalto Marengo, in prossimità di Viale Milite Ignoto, sono state identificate 2 cittadine di nazionalità rumena, di fronte alle quali vi era un uomo fermo che chiacchierava con l’intento di adescare una di loro due. Le donne sono state identificate per P. N. M., di anni 19 ed I. I., di anni 32, pluripregiudicata per i reati di estorsione, ricettazione, violazione del Foglio di Via Obbligatorio, divieto di ritorno nel Comune di Alessandria. Quest’ultima è stata denunciata, in stato di libertà, per violazione del foglio di Via Obbligatorio. L’uomo, compiutamente identificato, è risultato pregiudicato per reati contro il patrimonio.

29 maggio 2015

prostitute_polizia_-L