Sale chiesa di San Giovanni battista  QSi è svolta domenica, presenti il Sindaco Andrea Pistone e numerosi cittadini, la cerimonia di intitolazione dell’oratorio interparrocchiale di Sale alla memoria di San Giovanni Paolo II. La mattinata ha avuto come programma la celebrazione della Santa Messa al campetto da calcio annesso ed il taglio del nastro con successivo rinfresco.

Tale giornata ha rappresentato il punto di arrivo di mesi di aperto confronto tra il parroco, Don Piero Fugazza, l’Assessore alle Politiche Sociali, Maura Gonella ed un gruppo di cittadini che spontaneamente si sono raccolti sotto la guida di Suor Jenny Rabaioli, delle Piccole Figlie del Sacro Cuore di Gesù, per ripensare il senso del classico oratorio parrocchiale nella moderna società multietnica.


Durante questi mesi si è avuta un’opera di risistemazione dei locali, rinfrescati e decorati dalla professoressa d’arte Luisa Conti e di preparazione dei volontari ad accogliere i giovani del paese. Il risultato ottenuto ha permesso di poter avviare nelle ore pomeridiane un servizio ludico – ricreativo che ha da subito ottenuto un entusiastico riscontro da parte delle famiglie salesi, con una media di oltre cinquanta giovani presenti ogni giorno.

oratorio sale - Q“Il merito di questo risultato è di Don Piero, che ha fornito la struttura, di Suor Jenny, carismatica promotrice del rinnovamento, di tutti i generosi volontari, che gratuitamente si sono messi a disposizione e, non per ultimo, dell’Assessore Gonella, che, senza risparmiarsi, ha risolto vari intoppi burocratici e tenuto le redini del progetto: a tutti questi vanno i miei più sentiti ringraziamenti” afferma il Sindaco Pistone. Aggiunge l’Assessore Gonella: “Il nostro paese ha ora un luogo di ritrovo per tutti i giovani, senza distinzione di religione o cittadinanza: qui tutti possono sentirsi a casa, imparare le regole del rispetto reciproco, della convivenza e dell’uguaglianza, basi fondamentali di una piccola comunità come la nostra. Questo oratorio aiuta a formare i cittadini di domani.”

18 maggio 2015

oratrio sale - L