tasse - qI cittadini devono pagare le tasse relativamente ai servizi che ricevono. Invece Alessandria sta pagando i contributi locali ai massimi livelli, ormai insostenibili, non più per un dissesto che è stato annunciato dal Sindaco come “superato” ma per vedere aumentare gli stipendi ai presidenti delle varie municipalizzate e ai dirigenti, che vengono “premiati” per i risultati… anche se escono da un’amministrazione fallimentare.

Mentre gli alessandrini attendono ancora che siano funzionali i servizi che legittimamente devono ricevere e subiscono innumerevoli situazioni di degrado in città e nei sobborghi. Vedi le strade che sembrano campi di battaglia, le strutture pubbliche cadenti, il verde pubblico che nonostante il miglioramento della gestione è ancora carente. E soprattutto la sicurezza, che va sempre più a peggiorare per la mancanza di personale e risorse.


Quindi si sta creando una situazione inconciliabile con la massima comprensione sopportabile dai contribuenti che non riescono più a far fronte agli impegni verso un’amministrazione che invece chiede il rispetto dei doveri fiscali senza ottemperare ai servizi che spettano di diritto.

Il Movimento Civico Popolare di Alessandria propone una raccolta firme da sottoporre al sig. Prefetto per richiedere un suo intervento urgente al fine di porre rimedio, come suo dovere istituzionale, a questa situazione che sta minacciando seriamente la vita sociale della città.

Le tasse ai massimi livelli per mantenere privilegi di pochi che percepiscono guadagni assurdi, mentre migliaia di famiglie non riescono arrivare più alla fine del mese, presuppone la violazione dell’articolo art. 53.1 della Costituzione, secondo cui “tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva”.

Le “spese pubbliche”, lo ripetiamo, non devono essere mirate al mantenimento dei privilegi ma all’erogazione dei servizi che invece vengono disattesi.

Quindi chiediamo l’intervento dell’autorità preposta a tutelare i diritti violati dagli amministratori locali nei confronti della cittadinanza.

Invitiamo tutti a firmare una petizione da consegnare alla dottoressa Romilda Tafuri, Prefetto di Alessandria.

Potete fare richiesta dei moduli per raccogliere le firme al num. tel. 3482308530 (sig. Nando Tempesta) o scrivendo alla mail gianlucatufano@libero.it

 MOVIMENTO CIVICO POPOLARE – Segreteria Provinciale

25 aprile 2015

 tasse disperato non ce la faccio - L