consiglio novi - INella seduta svoltasi ieri sera, lunedì 27 aprile, il Consiglio Comunale ha approvato il nuovo Piano comunale di protezione civile. Il testo, redatto dall’ingegner Filiberto Manfredi, è già stato discusso in sede di Commissione competente ed aggiorna quello precedente che risale al 2004. Il piano è articolato in diversi capitoli in cui vengono prese in esame le varie emergenze. Inoltre, sono evidenziati i siti per l’eventuale ricovero delle persone: si tratta, principalmente, di strutture pubbliche come il pattinodromo, edifici scolastici e palestre.

A questo proposito, il Consigliere Luigi Gambarotta (Movimento 5 Stelle) ha osservato che nel Piano non sono indicate le “vie di fuga”, ovvero i percorsi per raggiungere i siti indicati. «Questo non è un punto di arrivo, ma di inizio – ha sottolineato l’Assessore alla Protezione Civile, Stefano Gabriele -. Si tratta di uno strumento che andrà modificato secondo le esigenze che si manifesteranno in futuro».


Sul punto è intervenuto anche il Sindaco, Rocchino Muliere: «Il Piano di protezione civile è molto importante perché, oltre a recepire nuove disposizioni di legge, considera anche il rischio idrogeologico alla luce di quanto è accaduto l’autunno scorso. Le osservazioni avanzate questa sera saranno oggetto di valutazioni, per ulteriori approfondimenti del Piano stesso».

Il documento ha ottenuto 13 voti favorevoli (i Gruppi di maggioranza più i Consiglieri Bertoli e Cuccuru) e 3 astensioni (il Gruppo Movimento 5 Stelle).

È stata respinta, in quanto si stanno attuando le indicazioni presenti nel documento di indirizzi, la mozione presentata dal Movimento 5 Stelle in merito alla trasparenza degli atti sulla nomina dei rappresentanti del Comune presso le aziende partecipate. Il Sindaco ha precisato che il ritardo della pubblicazione sul sito internet comunale dei curricula è stato in parte colmato e che in futuro si procederà alla pubblicazione dei curricula di tutti i candidati che hanno presentato domanda.

All’interrogazione presentata da Fabrizio Gallo (M5S) sul rinvenimento di materiale da destinare a bonifica o smaltimento speciale nel cantiere “Pieve” del Terzo Valico dei Giovi, ha risposto l’Assessore all’Ambiente, Cecilia Bergaglio, la quale ha precisato che non si è trattato di bonifica ma di smaltimento di rifiuti abbandonati contenenti amianto per il quale il Cociv ha incaricato la ditta Marazzato.

Infine, sono state sospese e rinviate in sede di Commissione Urbanistica per approfondimenti la mozione sul censimento degli immobili sfitti nel territorio comunale e quella per la difesa del territorio naturale e la perennizzazione delle aree agricole, entrambe presentate dal Gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle.

28 aprile 2015