Un momento dell'incontro

Un momento dell’incontro

Nei mesi di novembre e dicembre i comuni del Tortonese sono stati presi d’assalto da cinque diverse bande di ladri che agivano con obiettivi ed orari diversi. Per questo motivo in tutta la zona si è verificata un’impennata di furti che ha messo in ginocchio la zona, aumentando in maniera esponenziale le preoccupazioni degli abitanti.

Lo ha detto il comandante dei carabinieri di Tortona, il capitano Roberto Ghiorzi, durante un incontro pubblico sulla sicurezza che si è svolto alla Sala Romita del Comune. Un incontro voluto dal sindaco Gianluca Bardone alla presenza anche del comandante dei Vigili urbano Orazio Di Stefano.


“Fino ad ottobre – ha detto il comandante dei carabinieri – i furti nel Tortonese erano in calo, poi abbiamo avuto questa aumento esponenziale che ha anche portato alla convocazione della Commissione provinciale per la sicurezza. Sono stati intensificati i controlli e siamo riussciti ad individuare molti degli autori di queste cinque bande, che sono stati denunciati. Si trattava di stranieri provenienti dall’interland milanese che sono giunti in zona come predoni: agivano durante la notte e al mattino rientravano in treno a Milano insieme ai pendolari.”

Molti avevano solo il visto turistico ed erano senza fissa dimora. I carabinieri hanno avviato le pratiche per l’espulsione di questi soggetti.

Secondo il capitano dopo questi controlli straordinari, i furti sono diminuiti, ma non completamente debellati: “Ci sono zone – ha detto – dove i furti si verificano ancora, anche se in misura minore, come Cerreto Grue e Villaromagnano ma si tratta di una situazione particolare leggermente diversa che stiamo cercando di risolvere, purtroppo non posso dire di più.”

Durante la riunione il Sindaco Gianluca Bardone ha spiegato che vuole incrementare la vigilanza sul territorio usando militari in congedo, ma il progetto è stato bocciato dalla Prefettura di Alessandria.

Il nuovo comandante dei Vigili urbani, Orazio Di Stefano ha chiesto ai tortonesi di segnalare ogni movimento sospetto e di fornire la massima collaborazione alle forze dell’ordine.

4 febbraio 2015

Parte del pubblico presente alla serata