“Tortona vuole sicurezza, non promesse!” così nella notte del 29 gennaio, Forza Nuova torna ad occuparsi, ancora una volta si occupa dei gravi problemi in cui versa la città di Tortona.

I recenti fatti di cronaca hanno portato alla luce nuove lacune che interessano il Comune ed il circondario, ossia la carenza di un adeguato sistema di sicurezza che garantisca la difesa dei cittadini dalla criminalità.


Mediante l’affissione di uno striscione, Forza Nuova ancora una volta ha preso le parti del Popolo, cui vengono chiesti sempre più sacrifici senza ottenere nulla in cambio. La mancanza di personale adibito a pubblica sicurezza, fatalmente scatena la “giustizia fai da te”: abbiamo assistito alla creazione di comitati spontanei di quartiere, i quali, mediante l’organizzazione di ronde notturne, hanno sortito soltanto un effetto accrescitivo del problema, dovuto alla mancanza di nozioni, esperienza, buon senso, e mosso più dalla rabbia (comunque comprensibilissima) che dalla ragione. Tuttavia, siamo anche consapevoli della mancanza di fondi necessari a garantire una copertura globale del territorio ai fini della pubblica sicurezza. Cosa propone Forza Nuova Alessandria? La creazione di gruppi di volontari adibiti alle “passeggiate notturne”, che vengano istruiti dal punto di vista legale, amministrativo e operativo dalle locali forze di polizia (Municipale e/o Provinciale), al fine di fungere da deterrente per arginare il fenomeno dei furti, incentivati anche dall’aumento incontrollato dell’immigrazione. Continuiamo ad essere tartassati dalla propaganda sull’UE, sull’Europa dei diritti, sull’Europa della libertà. Ma a nessuno viene in mente che uno dei primi diritti inalienabili dell’essere umano e del cittadino, assieme a salute, istruzione, pace sociale, è anche quello della SICUREZZA! E senza sicurezza non c’è libertà.

Forza Nuova

30 gennaio 2015

sicurezza Tortona - L