polstrada - ISi chiamava Massimo Barbieri, aveva 44 anni ed abitava a Novi Ligure in via San Giovanni Bosco. E’ deceduto sabato mattina, poco dopo le 8, mentre si trovava a bordo della propria Fiat panda.

Tutto si è verificato nello spazio di pochi istanti: alcuni automobilisti hanno visto l’auto che invece di girare sulla rotonda situata lungo la strada provinciale 35 ha “tirato diritto” andando a sbattere contro la rotatoria.


Sul posto è intervenuta l’ambulanza del 118 ed anche i vigili del Fuoco del distaccamento di Novi Ligure che hanno estratto l’uomo dall’abitacolo e lo hanno consegnato ai soccorritori che hanno tentato in tutti i modi di rianimarlo, ma non c’è stato nulla da fare: Massimo Barbieri era già cadavere.

Secondo la ricostruzione effettuata dalla Polizia stradale di Serravalle Scrivia prontamente intervenuta la causa dell’incidente è da attribuirsi ad un malore: L’uomo infatti gestiva un distributore di benzina che si trova a circa 250 metri dalla rotonda e conosceva molto bene la strada che avrà percorso migliaia di volte, nonchè la rotonda che avrà sicuramente visto nascere.

La panda proveniva da Serravalle e l’uomo stava rientrando a Novi Ligure, non è certo se abbia lasciato il posto di lavoro per impegni precedenti o se effettivamente si era reso conto che di non stare bene.

Barbieri lascia la moglie e un bambino piccolo.

17 gennaio 2015