punto nascite - QCaro Direttore,
le vicende del nostro ospedale stanno infiammando gli animi. Mi auguro che la manifestazione del 15 dicembre abbia la giusta risonanza sulla stampa non solo locale.
Vorrei segnalare alla Tua attenzione un’iniziativa che ha visto il Comune di Bussoleno al centro delle critiche quando sono apparsi manifesti anonimi (e questo non è bene) dove venivano elencati, con tanto di foto, i consiglieri regionali “Per la chiusura” e “per mantenimento” del punto nascite dell’ospedale di Susa. Il tutto è nato a seguito di una mozione presentata dai 5 Stelle per tentare il salvataggio di tale punto nascite. Ovviamente chi ha votato per la chiusura ha denunciato l’iniziativa  (anonima ripeto) come  “metodo squadrista” e con una valenza  “terroristica”.
Ma si rendono costoro, ben pagati, ben rimborsati ecc. ecc. che sono stati eletti dai cittadini e che a loro devono rispondere delle loro decisioni? Se non ne hanno il coraggio se ne vadano a casa.
Suggerirei ai 5 Stelle di presentare una mozione per il ripristino del punto nascite a Tortona.

E vedremo chi e come si voterà. E non ci vengano a raccontare, Chiamparino in testa, che le decisioni sono dettate dalla necessità di garantire la salute dei cittadini! Stanno solo cercando di far quadrare i conti a spese dei cittadini.
E poi venga reso pubblico alla cittadinanza l’esito della votazione e come hanno votato i consiglieri regionali.
Non si tratta di “liste di proscrizione”, bensì di rendere edotti i cittadini della verità.
E i politici locali non si balocchino troppo sul cosa o non cosa fare. I giorni passano. Non vorrei che il tempo per un ricorso al TAR scadesse. Nel qual caso saremmo cornuti e mazziati.
Con viva cordialità.

Giuseppe Decarlini

8 dicembre 2014