Continua puntuale l’attività dei Carabinieri della Compagnia di Casale Monferrato, che nell’ultima settimana hanno deferito in stato di libertà altri 6 soggetti, 3 dei quali per reati attinenti alle armi, 1 per prelievi fraudolenti con postpay, e 2 per insolvenza fraudolenta e danneggiamento.
In particolare:
I militari della Stazione di Occimiano, sorprendevano, in strada Paniate, A.A., 53enne del posto e L.G., 59enne di Borgo San Martino che, a bordo della vettura utilizzata, detenevano due carabine, un faro alogeno ed una torcia led, evidentemente utilizzati dai medesimi per praticare la caccia sebbene in periodo di divieto generale. Le armi e le attrezzature sono state quindi sequestrate ed i due soggetti denunciati per “esercizio della caccia in periodo di divieto generale.
I Carabinieri della Stazione di Vignale hanno invece denunciato R.C., 50enne di Cella Monte, il quale, già titolare di porto di fucile ormai scaduto di validità, trasportava armi e munizioni (già regolarmente denunciate) presso la nuova residenza di Cella Monte senza preventivo nulla osta al trasporto.
I militari di Balzola hanno deferito in stato di libertà R.C., 53enne torinese, per avere utilizzato carta postpay denunciata smarrita da un balzolese, effettuando prelievi fraudolenti per un importo di 1.200 euro.

Sempre i Carabinieri della Stazione di Balzola hanno deferito in stato di libertà L.T., 32enne di San Giorgio e S.F., 33enne di Frassinello, i quali, affittuari di appartamento, oltre che ad avere omesso di pagare il canone dovuto, all’atto di liberare l’immobile cagionavano danni alle pareti, sanitari ed infissi.


27 giugno 2014