Marcella Graziano

Marcella Graziano

Davide Fara

Davide Fara

E’ quasi fatta la nuova giunta comunale. Quattro assessori su cinque sono già stati individuati e due questi tre sono già certi di entrare, il quarto quasi sicuro. Manca l’ultimo componente che verrà deciso in questi giorni o al massimo entro martedì o mercoledì.
I nomi, ovviamente non sono stati ancora ufficializzati perché Gianluca Bardone attualmente ha in corso molti contatti e riunioni su riunioni, ma certi di entrare nell’esecutivo sono due componenti del Partito Democratico:Davide Fara ex dirigente del Comune a cui andrà uno degli assessorati più importanti, quello dei Lavori Pubblici e dell’Urbanistica che avendo lavorato all’Ufficio tecnico comunale conosce molto bene la situazione e Marcella Graziano le cui deleghe sono ancora in predicato di essere assegnate avendo lei stressa molta esperienza in diversi campi: scuola, lavoro, associazionismo e sociale.
Oltre a queste due certezze, nell’esecutivo dovrebbe entrare anche Gianluca Silvestri della lista civica “Insieme per Tortona” che diventando assessore dovrà rinunciare al posto di consigliere comunale facendo entrare al suo posto Franco Carabetta.

Monica Pemonte

Monica Pemonte

Vittoria Colacino

Vittoria Colacino

La nuova legge elettorale sulle “quote rosa” prevede che il 40% dei posti sia assegnato alle donne, per cui in Giunta, a Tortona, dovranno esserci due donne assessori: la seconda donna, secondo gli accordi dovrebbe essere espressa dalla lista civica “Siamo Tortona”. Il nome del nuovo assessore non è stato indicato ma gli indizi portano a due nomi: Vittoria Colacino, ex atleta e dipendente di una ditta di sicurezza che è risultata la seconda più votata della lista e Monica Pedemonte, ingegnere, esperta di tecnologie rinnovabili, con la prima in pole position.
Rimarrebbe ancora da scegliere un assessore che sarà individuato all’interno del partito Democratico. Due le possibilità o “pescare” tra i consiglieri più votati o sceglierlo tra gli esponenti del partito che non si sono candidati.
Per quanto riguarda la prima opzione, visto che Claudio Scaglia occuperà la carica di consigliere comunale, che Antonello Santoro è già segretario di partito e che Mario Picchi non verrà nominato assessore gli indizi portano tutti verso Gianni Castagnello docente del liceo e già ex consigliere comunale.
Per quanto riguarda invece la seconda opzione si fa il nome dell’avvocato Gianfranco Semino, personaggio di grande spessore all’interno del partito ex vice sindaco con la Giunta Balossino, ex assessore ed ex presidente dell’Asmt. La scelta verrà effettuata in questi giorni.
Con la nomina dei nuovi assessori entreranno in consiglio comunale Michele Tranquilli, al posto di Marcella Graziano e nel caso in cui Castagnello venisse nominato assessore, al suo posto entrerà in consiglio comunale Federico Mattirolo.


14 giugno 2014

municipio - L