stazione - IL’Assessore ai Tresporti della Regione Liguria Vesco ha convocato venerdì 20 giugno 1014 nella sede dell’Assessorato in Regione Liguria le Associazioni e Comitati Pendolari del territorio insieme alle amministrazioni comunali interessate per spiegare le motivazioni che hanno indotto a scegliere la chiusura della linea Acqui-Genova per tutto il mese di agosto 2014 anzichè le due settimane che servono a RFI per i lavori programmati.

Come già riferito, l’Assessore ha confermato che la scelta è stata obbligata in quanto il conto economico dell’anno riguardante la nostra linea era stato fatto considerando 4 settimane di chiusura come gli anni scorsi, e quelle due settimane di servizio regolare con i treni comporterebbe un esborso per la Regione Liguria di 250mila Euro che non erano in preventivo.

Nonostante il servizio che sarà offerto in quelle 4 settimane sarà molto simile a quello degli anni scorsi (con i treni da Acqui ad Ovada ed i bus diretti da Ovada a Principe via autostrada e passanti per i paesi della Valle Stura) abbiamo chiesto di evitare che le persone, soprattutto nei ritorni del pomeriggio, rimangano a a terra nelle fermate intermedie di Sampierdarena e Cornigliano come accade soprattutto nella prima e ultima settimana. E’ stata inoltre chiesta una soluzione al grosso buco d’orario che si viene a creare tra le 14 e le 17 che non sono previsti servizi.

Lo spostare invece il capolinea dei bus da Principe a Brignole, era una delle richieste, oltre ad avere un maggior costo economico, avrebbe dei tempi di percorrenza incerti dal momento che bisogna attraversare la città.

Vista l’occasione, come sempre succede nelle riunioni ufficiali, chiediamo la previsione dell’inizio dei lavori al nodo che al momento sembra ancora essere a dicembre 2015. L’Assessore Vesco ha promesso di indire in Valle Stura una riunione dedicata all’argomento all’inizio del prossimo autunno nella speranza che RFI ci porti qualche dato in più per capire meglio come organizzare la nostra vita in quei lunghi 18 mesi.

Non appena avremo il dettaglio degli orari di agosto sarà nostra cura inoltrarli.

Alfio Zorzan e Giovanni Rapetti – Associazione Pendolari dell’Acquese

22 giugno 2014