polstarda - IErano le 18.30 di lunedì, e per gli agenti della Polizia Stradale della Sottosezione sita al Casello di Ovada, si trattava di terminare il servizio, svolto tutto sulla tratta autostradale dell’A/26, rifornire il l’auto, nel limitrofo distributore di carburante, e fare rientro in caserma.

Ed invece la loro attività doveva continuare, anche fuori dall’autostrada.


Chiamata a gran voce, in aiuto, da alcuni dipendenti del vicino esercizio commerciale la pattuglia Polstrada si accorgeva che alcuni di loro stavano correndo lungo la strada all’inseguimento di una persona, resasi poco prima responsabile di un furto aggravato di generi alimentari.

Il fuggitivo, E.A. un tunisino 31enne, residente in provincia, con al seguito carta di credito e contanti, era giunto sul posto in auto e, procuratosi nell’esercizio commerciale tronchesi e taglierino, aveva sottratto diversi prodotti alimentari, nascondendoli in un capiente zaino, agendo con violenza sulle cose, aprendo le confezioni dotate di sigilli di sicurezza, sicuro di poter fuggire indisturbato.

A tradirlo un piccolo sacchetto di pinoli, che faceva scattare l’allarme acustico, così il fuggiasco, rincorso dagli addetti del supermercato, cercava di dileguarsi ed agiva con tanta foga da forzare il cancelletto monodirezionale e danneggiare le porte scorrevoli del negozio.

Anche di fronte agli Agenti della Polizia Stradale, che lo rincorrevano per i campi, cercava di divincolarsi, per sfuggire ed assicurarsi l’impunità, ma veniva efficacemente immobilizzato ed arrestato per furto aggravato. Arresto questa mattina stessa convalidato dall’Autorità Giudiziaria.

 27 maggio 2014