carabinieri - IGiro di vite dei Carabinieri della Compagnia di Casale M.to nel contrasto dei “furti di rame”. Nel pomeriggio di ieri 08.05.2014 è stato tratto in arresto un cittadino albese e denunciato un complice marocchino che avevano tentato di asportare ingente quantitativo di cavi di rame da una ditta ormai non più operativa in Fubine (AL). Nel corso dell’attività di controllo del territorio, nello stesso giorno, arrestato un cittadino rumeno già allontanato per motivi di sicurezza pubblica ed identificato nella città di Casale M.to.

In particolare:


a. Nel tardo pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione di Fubine (AL), coadiuvati dai colleghi della Stazione di Vignale M.to (AL) e coordinati dalla Centrale Operativa di Casale M.to (AL), hanno tratto in arresto, in flagranza di reato di tentato furto aggravato di rame, OSMENI Blendar, 32enne albanese domiciliato ad Asti e con vari precedenti specifici, sorpreso a bordo di un furgone Ford Transit subito dopo avere tentato un furto presso una ditta del luogo che in passato produceva fari industriali. Al colpo avevano partecipato tre persone che, dopo avere effratto la serratura della cabina elettrica all’interno della ditta ed avere quindi scollegato il flusso dell’energia elettrica, provvedevano a tranciare numerosi cavi in rame, raggruppandoli ed accatastandoli per la successiva asportazione. Il custode della ditta, avvedutosi dell’ammanco dell’elettricità ed intravisti i personaggi sospetti, avvertiva i militari della Stazione di Fubine che prontamente si portavano sul posto. Nel frattempo la C.O. di Casale M.to inviava, a supporto, la pattuglia di Vignale M.to e l’autoradio di Casale M.to. Il furgone Ford Transit veniva subito individuato, ed alla vista dei Carabinieri si dava a repentina fuga in strade sterrate; contestualmente due degli occupanti fuoriuscivano dal mezzo correndo verso la vegetazione, mentre il terzo, che era alla guida, veniva bloccato. Sul mezzo, che è stato sequestrato, veniva rinvenuto parecchio materiale atto allo scasso ed in particolare alla specifica attività criminale dei furti di rame. Sono stati infatti sequestrati cacciaviti, seghetti, chiavi inglesi, chiavi esagonali, martelli, forbici da elettricista, palanchini, pinze, cesoie, taglierini, pile e guanti; insomma tutto il Kit per il “perfetto ladro di rame”.

Nel corso degli accertamenti, si giungeva quindi all’identificazione di uno dei due complici che si erano dati alla fuga, M.B., 30enne pregiudicato marocchino domiciliato ad Asti, che è stato quindi deferito in stato di libertà per concorso nel medesimo reato. L’arrestato è stato subito tradotto presso la Casa Circondariale di Vercelli.

b. I militari del NOR – aliquota Radiomobile, hanno invece tratto in arresto NISTON Birta Nicolae, 41enne rumeno residente a Bologna, controllato alle ore 12,00 del giorno 08.05.2014 in Casale M.to a bordo di autovettura ed in compagnia di altri tre connazionali; all’esito del controllo, emergeva a suo carico un allontanamento dal territorio nazionale per motivi di sicurezza pubblica, in data 30.08.2013, con divieto di ritorno sul territorio nazionale per anni 5. Avendo violato la prescrizione, veniva tratto in arresto ed associato alla Casa Circondariale di Vercelli.

 11 maggio 2014