La biblioteca di Tortona

La biblioteca di Tortona

Gentile Direttore,

in questa importante fase preelettorale vorrei richiamare l’attenzione dei candidati e degli elettori sull’importanza di non perdere di vista lo straordinario ruolo della cultura come mezzo di arricchimento della nostra anima e come fattore di relazioni umane oltreche di coesione sociale.


In proposito, per brevità, mi limiterò a citare due essenziali ambiti di riferimento :

a ) la Biblioteca Civica da rilanciare come luogo fondamentale per la promozione della lettura , l’incontro tra generazioni, lo scambio e il confronto per la produzione editoriale in rete.

Penso a un centro, frequentato da cittadini di tutte le età, che sia fucina di iniziative per trasmettere e coltivare l’amore per la lettura e la scrittura ( ad es. incontri con gli autori, serate di lettura, incontri di “pugilato letterario”, lezioni/laboratori di lettura e di scrittura creativa, ecc.);

b ) il Museo Civico cittadino da riattivare, arricchito anche con gli importanti reperti trovati negli anni recenti, e adeguatamente valorizzato, non come luogo statico, ma come attrattivo punto di aggregazione di tutti i cittadini interessati ad approfondire la nostra storia locale con studi, analisi e incontri.

Soprattutto per quest’ultimo caso di memoria vivente del nostro “genius loci”, ma vale anche per la biblioteca, l’aspetto della interattività ( ad es. della comunicazione digitale, delle più moderne tecniche di rappresentazione tridimensionale, visiva, vocale, olfattiva, ecc. ) è determinante per rendere piacevole la frequentazione, i motivi di interesse e di coinvolgimento personale.

La ricetta per dare ai tortonesi queste ed altre occasioni di nutrimento del proprio spirito è fatta di tanta passione, creatività e capacità di fare sistema per raccogliere i fondi necessari che, ne sono convinto, non sono poi così ingenti.

La ringrazio per l’ospitalità e la saluto cordialmente,

Alessandro Scaccheri