I tre protagonisti

I tre protagonisti

Dal divo Johnny Depp forse ci si sarebbe aspettato qualcosa di diverso, ma quando l’attore deve mostrare il suo vero volto e non si maschera da pirata o da indiano, si sa, non rende come dovrebbe.

Capita anche in questo “Trascendence” un film di fantascienza che riprende il tema dell’intelligenza artificiale, in una trama sicuramente molto interessante che a nostro avviso avrebbe potuto essere sviluppata in modo più ampio e profondo.


Il film sviluppa il tema in maniera forse un po’ superficiale, lasciando intravedere molti sviluppi che vengono tralasciati ed è proprio questo aspetto forse, che costringe lo spettatore, al termine del film, ad interrogarsi su ciò che effettivamente potrebbe accadere in situazione simili.

trascendence - INon sappiamo se il regista Wally Pfister, alla sua prima esperienza dietro al macchina da presa, abbia volutamente scelto questa soluzione, oppure sia stato un caso, ma di fatto questo modo di affrontare solo alcune delle tematiche che emergono dalla situazione evitando tutte le implicazioni possibili stimola la fantasia dello spettatore e lo induce alla riflessione al termine del film.

Fatta questa doverosa analisi, “Trascendence” è un film sicuramente da vedere, di grande attualità con discreti attori. A noi è piaciuta soprattutto la 31enne Rebecca Hall (una Ragazza a Las Vegas, Iron man 3) che poi, alla fine è la protagonista indiscussa del film.

 19 aprile 2014