consiglio novi - I

Sono state rinviate ad un Consiglio Comunale che si terrà lunedì 31 marzo alle ore 17 le interpellanze di Franco Ciliberto su Italcementi, riorganizzazione del reparto di Ortopedia dell’Ospedale di Novi ed in merito alla cessione della quota del 40% del Consorzio Intercomunale Trasporti.

Nel Consiglio Comunale tenutosi lunedì 24 marzo si è seguito rigidamente l’ordine del giorno che prevedeva alcune tematiche urbanistiche fra cui le modifiche al Regolamento Edilizio Comunale, l’interpellanza di Dolcino in merito alla situazione di pericolo nei giorni di mercato in Viale Saffi, Piazza XX Settembre e Via Garibaldi, le mozioni di Andrea Vignoli in merito alla ricezione dei segnali televisivi Rai e di Ciliberto riguardo l’adozione di un regolamento per la sponsorizzazione delle attività comunali.


Gli argomenti più attesi sono quindi stati rinviati.

Il Consiglio Comunale si è aperto con il Sindaco Lorenzo Robbiano  che ha effettuato una comunicazione in merito alla visita della Guardia di Finanza in Comune, la scorsa settimana. Il Sindaco ha affermato che le forze dell’ordine si sono limitate a fotocopiare alcuni documenti concernenti il piano neve di due anni fa.

Chiarezza sull’accaduto ha invocato il consigliere comunale Francesco Moro. Quindi è stata la volta dell’assessore agli Affari Sociali Felicia Broda che ha annunciato come, da mercoledì, sono giunti nella nostra città circa venti extracomunitari, ospitati fino al 30 giugno presso la struttura “Il Giglio” di Via Oneto, gestito dalla Cooperativa Bios. Il piano di accoglienza è stato predisposto dalla Prefettura di Alessandria in base alle indicazioni del Ministero dell’Interno che ha messo  a disposizione i fondi necessari per fare fronte agli ultimi sbarchi di profughi, avvenuti in questi giorni in Sicilia. L’assessore, precisato che in questi tre mesi i profughi dovranno sostenere anche corsi di lingua, ha invitato le associazioni di volontariato ad attuare iniziative in modo da integrare nel tessuto e nella vita cittadini questi ospiti. Precisando che il Ministero dell’Interno metterà a disposizione dell’Ente gestore per ogni profugo 30 euro, di cui due euro e mezzo saranno consegnati  alla persona, per le spese. Su intervento di Marco Bertoli, Felicia Broda ha ribadito che le spese saranno sostenute dal Ministero dell’Interno. Si è proceduto quindi ad affrontare l’ordine del giorno e con undici voti favorevoli e 6 contrari sono state approvate le modifiche al Regolamento Edilizio Comunale che viene adeguato alle normative nazionali per il risparmio energetico. Le costruzioni dovranno utilizzare tecniche e materiali per la salvaguardia dell’ambiente, pompe di calore, serre ed impianti fotovoltaici. Il nuovo regolamento, ha precisato l’ingegnere Enrica Cattaneo, consente anche l’installazione di  impianti microeolici purchè le pale non superino  il metro e mezzo di lunghezza. Sono previste deroghe per gli edifici del centro storico e per le case in terra. Quindi è stata la volta dell’interpellanza di Dolcino che ha fatto presente come, nei giorni di mercato, sia impossibile per i mezzi di soccorso passare nelle aree mercatali e come, di conseguenza, si creino dei pericoli. Gli ha risposto l’assessore al Commercio Paolo Parodi il quale ha affermato che il problema è stato considerato dall’Amministrazione Comunale. “Per quanto riguarda Piazza XX Settembre-ha detto-gli spazi dei banchi sono stati concessi in modo tale che possa passarvi, fra di essi, un furgone. Il problema, qui, non sono le distanze fra i banchi ma le persone che si recano al mercato e che si spostano con molta lentezza. Riguardo al mercato di Viale Saffi avevamo valutato anche uno spostamento delle bancarelle nella vicina Piazza Indipendenza. A questa rilocalizzazione hanno ostato due fattori: innanzitutto che era impossibile collocarvi tutte le bancarelle ed in secondo luogo la resistenza degli ambulanti a spostarvisi.

Il problema vero da far rispettare è però la distanza dei banchi, le loro misure. Allo scopo abbiamo allertato i Vigili Urbani perchè facciano i relativi controlli. Un altro ostacolo è costituito dal sottopasso della ferrovia. Comunque la situazione è sotto controllo, la monitoriamo continuamente.” All’unanimità è stata poi approvata la mozione sulla ricezione dei segnali televisivi della Rai. Nel testo si far riferimento  al fatto che, con il passaggio al digitale terrestre, in città è praticamente impossibile ricevere il pacchetto intero dei 14 canali. In particolare, in molte zone non è consentita la ricezione del telegiornale regionale del Piemonte. La mozione chiede di intervenire per risolverla e sarà inviata al Presidente della Rai, Anna Maria Tarantola, alla Commissione di Vigilanza Rai ed agli organi competenti di Camera e Senato. Infine è stata discussa ed approvata la mozione di Franco Ciliberto in merito all’adozione di un regolamento per le sponsorizzazioni comunali. Una mozione che ha sollevato il problema di sponsor la cui pubblicità compare nelle iniziative del Comune e che poi non viene saldata.

Accili ha rilevato come sia stata sempre l’Amministrazione Comunale a dire che tutte le manifestazioni avevano costi coperti dagli sponsor. Marco Bertoli ha chiesto che li si trovino per cose veramente utili, come ad esempio per por mano alle buche della strade, alla manutenzione. Infine le note sui prossimi consigli comunali con i quali si chiuderà questa consiliatura: il 31 marzo alle ore 17 discussione delle interpellanze rimaste inevase, alle ore 21 il Bilancio Comunale; il 2 e 4 aprile il Piano Strategico; il 14 aprile il Conto Consuntivo. Dopo, le elezioni.

 Maurizio Priano 

  25 marzo 2014