panorama da santuario - IBuongiorno,

sono un cittadino residente nel centro storico di Tortona e recentemente ho avuto occasione di leggere ed apprezzare alcuni articoli pubblicati a nome di Annamaria Agosti, completi anche di documentazione e riscontri scientifici, riguardo a quello che l’amministrazione comunale potrebbe fare per ridurre alcune problematiche di tipo ambientale e mi riferisco in particolare alle famigerate polveri sottili.

In tali articoli viene evidenziato che si potrebbe procedere con minima spesa ad un accurato lavaggio delle strade utilizzando il servizio già esistente di pulizia meccanizzata delle strade.

Purtroppo dal 2014 è stato nuovamente sospeso il controllo delle soste ed eventuali rimozioni di veicoli in divieto di sosta negli orari dalle ore 6 alle ore 8 per cui vaste porzioni di territorio pubblico comunale non vengono neanche pulite e che, in caso di assenza prolungata di controlli da parte dell’autorità competente (il Comune di Tortona), i veicoli occupano abusivamente le aree che dovrebbero essere lavate e spazzate meccanicamente, e la ditta appaltatrice si limita quindi ad una pulizia solo del centro della carreggiata.

Le aree occupate dai veicoli restano quindi sporche con evidenti problemi di carattere igienico sanitario e mi riferisco in particolare alle vie del centro storico con presenza di escrementi di cani e guano di piccioni, per non parlare delle polveri sottili che non vengono rimosse.

La pulizia manuale, con tutta la buona volontà degli addetti, non riesce infatti ad ovviare a tale inconveniente e, dato che si tratta di vie ad alta densità abitativa, la presenza di un elevato numero di veicoli in sosta non consente di ovviare al problema evidenziato.

Lettera firmata

14 marzo 2014