pianobar - ICambia il regolamento acustico nel Comune di Tortona. Prima la gestione era ingessata, invece, col nuovo regolamento approvato dalla Commissione Ambiente si va a rendere meno pesante il procedimento. Con il regolamento vengono individuati anche limiti di zona acustici e orari da rispettare.

Gli orari, per le attività temporanee come spettacoli e manifestazioni che si svolgono in un luogo aperto al pubblico e che rivestono carattere temporaneo, come concerti, serate musicali, sagre, luna park, notti bianche sono suddivisi a seconda dell’area, del periodo e dei giorni della settimana.


Nello specifico, nelle zone residenziali dal 1 gennaio al 31 maggio e dal 1 ottobre al 31 dicembre il limite è alle 22 dalla domenica al giovedì e alle 23 dal venerdì al sabato; mentre dal 1 gennaio al 30 settembre è alle 23 dalla domenica al mercoledì e alle 24 dal giovedì al sabato.

Invece nelle altre aree il limite è sempre fino alle ore 2 dal lunedì al giovedì e alle ore 3 dal venerdì alla domenica.

Le due istanze per attività temporanea e per attività complementare sono distinte ma possono essere portate avanti contemporaneamente.

“E’ stato fatto un lungo lavoro per dare risposte alle numerose criticità che in questi anni ci sono state segnalate sia dai cittadini che dagli operatori del settore turistico – ricettivo e ludico ricreativo – ha spiegato l’assessore all’Ambiente, Daniele Calore -. Ora, attraverso il nostro sito ci sarà la mappa della zonizzazione acustica e ogni cittadino potrà, in modo veloce, rendersi conto delle prescrizioni da osservare e anche di eventuali richieste semplificate. Un piccolo taglio della burocrazia comunale”.

Il documento è stato redatto dall’Assessorato all’Ambiente in coordinamento con l’assessorato alle Attività Economiche al fine di adeguarlo alle più recenti direttive regionali. In particolare la delibera della Giunta regionale del 26 giugno 2012 dettava le linee guida per la gestione delle attività a carattere temporaneo sempre relativamente al problema acustico.

Si va, così, a graduare la gestione di queste attività temporanee e delle relative autorizzazioni in relazione all’entità delle caratteristiche del rumore che possono fare in connessione alla zona e agli orari.

 25 febbraio 2014