Giuseppe Pellizza da Volpedo

Giuseppe Pellizza da Volpedo

Nella settimana tra lunedì 20 e venerdì 24 maggio prossimi, grazie ai buoni uffici della direzione scientifica dei Musei, nella persona di Aurora Scotti, si svolgerà presso lo Studio del pittore Pellizza a Volpedo un cantiere di lavoro, a cura della “Scuola di alta formazione” dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze.

Negli ultimi anni sono stati infatti affidati all’Opificio i restauri di importanti documenti pellizziani, in particolare le “veline” (o carte lucide, oppure ancora spolveri) contenenti disegni preparatori di opere fondamentali, quali Il Quarto Stato, l’Idillio primaverile, Il fienile ed altri.


Il cantiere di lavoro avrà per protagoniste un gruppo di allieve della scuola, guidato dalla direttrice della scuola stessa, Letizia Montalbano. Oggetto dell’intervento sarà il fondo dei periodici pellizziano, costituito da circa 215 testate di varia consistenza, un fondo che non è ancora stato studiato in modo sistematico.

Chi fosse interessato a seguire alcune fasi dei lavori, può recarsi a visitare lo Studio del pittore, eccezionalmente aperto al pubblico, in particolare nelle giornate di martedì 21, mercoledì 22 e giovedì 23 maggio prossimi. Sono previste inoltre visite da parte dei ragazzi delle scuole di Volpedo.

 19 maggio 2013