Preg.mo Direttore,

leggo in data odierna, un articolo pubblicato sul Suo giornale on line, a seguito di comunicato stampa della Globoconsumatori, con il quale Lei titola che la stessa avrebbe tacciata la Provincia di essere “scorretta”.

MAI una affermazione è stata da noi rivolta in tal senso alla medesima, si è solamente rappresentato che, certe azioni a danno degli ignari cittadini, possono rappresentare azioni …..poco corrette….e questo in termini di giusta interpretazione ed applicazione delle normative vigenti, in questo caso riferito agli Autovelox.

Le sarei dunque grato, diffidandola ad ottemperare alla richiesta, dal voler procedere con la massima urgenza ad una rettifica di quanto pubblicato e nei termini ben precisi sopra espressi.

Confidando nella Sua professionalità e deontologia ed in attesa di notizie al riguardo, porgo cordiali saluti.

 Dott. Mario Gatto

Siamo basiti, non abbiamo parole, per cui riportiamo la dichiarazione della Globoconsumatori che aveva dichiarato esattamente così: 

“Viene spontanea una domanda: se gli Autovelox della Provincia sono ritenuti così “fuori norma”, perché la Pubblica Amministrazione continua a vessare gli ignari automobilisti? Solo per far cassa con i più sprovveduti? L’approfittare della non conoscenza delle normative vigenti e dunque della buona fede degli automobilisti, ci pare un’azione, quanto meno poco corretta.”

A nostro avviso un attacco netto e chiaro alla Provincia di Alessandria ed infatti abbiamo titolato: “Accolti finora 12 ricorsi contro gli autovelox. Globoconsumatori attacca la Provincia: “E’ scorretta”.

Il senso delle affermazioni della Globonsumatori per noi era chiaro, se poi si va a cercare il pelo nell’uovo o si getta il sasso e poi si decide di togliere la mano, va bene, non c’è problema…..

16 maggio 2013