Le indagini effettuate dai Carabinieri della compagnia di Casale Monferrato al fine di individuare gli autori di furti e rapirne, hanno dato i suoi frutti: cinque malviventi sono stati identificati e denunciato alla Procura della Repubblica

I Carabinieri, infatti,hanno denunciato per furto aggravato un peruviano di 26 anni residente a Milano, trovato in possesso di materiale elettronico – contenuto all’interno di una sacca il cui interno era rivestito di materiale metallico – che recava ancora installato il dispositivo antitaccheggio. Gli accertamenti hanno permesso di accertare che il materiale era stato asportato (celandolo nella borsa schermata) da un esercizio commerciale del centro commerciale “cittadella”.


La refurtiva è stata restituita all’avente diritto e la borsa è stata posta sotto sequestro.

E’ stato individuato anche il responsabile del furto avvenuto il 26 aprile in una parrocchia cittadina: si tratta di un uomo di 40 anni, residente a Casale che si era introdotto nella sacrestia asportando la somma di 500 euro.

Sempre i Carabinieri, infine, hanno identificato e denunciato per tentata rapina impropria e danneggiamento un 28enne, un 23enne ed un 16enne. I tre, il 25 aprile, nel parcheggio dell’IPER COOP aggredivano e picchiavano due giovani per farsi consegnare un pacchetto di sigarette.

I tre sono stati però costretti a desistere dal loro intento avendo però incontrato la resistenza dei due malcapitati; per ritorsione, durante la fuga, hanno danneggiato l’auto di una delle loro vittime.

 2 maggio 2013