La sostanza anabolizzante proibita

La sostanza anabolizzante proibita

Fiale di Testosterone per “gonfiare” i muscoli e migliorare le sue prestazioni fisiche, oltre naturalmente a far colpo sulle ragazze. Questo è quello che voleva fare un giovane di 20 anni, sorpreso in compagnia di tre amici nel piazzale dell’Oultel di Serravalle Scrivia, grazie ai controlli degli uomini delle “Volanti” della Questura.

Il fatto si è verificato nel pomeriggio di mercoledì 15 aprile, quando gli agenti hanno posto una particolare attenzione alle città di Novi Ligure e Serravalle Scrivia, grazie anche al contributo delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine, appositamente inviate da Torino.


Nel corso delle attività, colpiva l’attenzione degli operatori un gruppo di quattro giovani che si aggirava, a bordo di un’autovettura, nei pressi dell’“Outlet” di Serravalle Scrivia.

Prontamente fermati dagli agenti, gli stessi, di nazionalità italiana, risultavano avere numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e per stupefacenti. Per tali motivi venivano accompagnati negli uffici della Questura, per una più completa identificazione.

Durante gli accertamenti sull’autoveicolo, quindi, veniva rinvenuto, sotto il sedile anteriore del “passeggero”, un sacchetto contenente 95 fiale, suddivise in 19 confezioni da 5 fiale ciascuna, di “SUSTANON 250”, medicinale a base di “Testosterone” e, per tale motivo, rientrante nella categoria delle cosiddette “sostanze dopanti”.

Uno dei quattro ragazzi, L. O., poco più che ventenne, ammetteva di essere il detentore delle fiale e di utilizzarle per potenziare le sue prestazioni fisiche, in quanto appassionato frequentatore di palestre.

Pertanto, il ragazzo veniva denunciato per detenzione illecita di prodotti dopanti e ricettazione, non essendo ammesso dalla legge alcun tipo di possesso della sostanza in questione, se non attraverso prescrizione medica e comunque in bassa quantità.

 18 aprile 2012