Si va verso al chiusura dell’Azienda Tortnese Multiservizi, ma la chiusura potrebbe essere dolorosa per le casse comunali: l’arbitrato sulle fatture di Atm contestate dal Comune si sta infatti concludendo: il collegio arbitrale depositerà il lodo entro fine marzo o, al massimo, i primi di aprile. Lo ha detto il liquidatore di Atm, Franco Timo, ieri mattina, nella riunione congiunta delle Commissioni consiliari Bilancio ed Enti partecipati presiedute da Antonio Zanardi e Luigi Bonetti. Ha detto anche che si augura “di incassare una somma cospicua dal Comune”, riferendosi al credito che Atm vanta nei confronti dell’Ente, quindi che il lodo dia ragione ad Atm, in modo da poter pagare i creditori e chiudere la società.

Nella seduta della Commissione si è poi parlato della situazione della società Atm, e della travagliata vendita delle Reti del gas: «La situazione attuale è improntata alla risoluzione della lunga e faticosa trattativa con Ariet – ha detto il liquidatore – si è deciso di accettare la proroga per il versamento di quanto dovuto da parte dell’acquirente. Ho ritenuto di concedere ulteriore termine ad Ariet sì da concludere l’affare, pagare i debiti e chiudere la società. Ad oggi la vendita delle reti del gas per circa 3.662.179 euro è l’unica strada per risolvere la situazione e fare in modo che Atm non fallisca. La Ariet ha chiesto ulteriore termine e di fronte alla mia volontà di ottenere garanzie hanno deciso di versare 600.000 euro a mezzo assegno circolare nella giornata di lunedì 18 marzo; 400.000 euro, sempre con assegno circolare, venerdì 22 marzo e di versare il saldo, oltre agli interessi di mora dovuti per il ritardato pagamento che maturano dal 19 febbraio, alla fine di marzo.”


 15 marzo 2013