L’Asl ha deciso di ridurre gli interventi di pulizia in tutti gli ospedali e nelle strutture sanitarie della provincia di Alessandria e la società Sotraf di Tortona che ha in appalto il lavoro si è trovata spiazzata e di fronte alla prospettiva di licenziare diversi lavoratori.

Visto il grave periodo di crisi pur di non licenziare il personale e lasciare senza occupazione tante famiglie, in accordo con le organizzazioni sindacali, l’Azienda, guidata dall’ex sindaco di Tortona Francesco Marguati, ha stipulato un “Contratto di solidarietà” con i lavoratori che prevede un riduzione dell’orario di lavoro (e dello stipendio) senza nessun licenziamento in modo da poter lavorare meno, ma tutti. L’accordo ha interessato diverse decine di lavoratori.


“Innanzi tutto – dice Anna Rosina, moglie dell’ex sindaco ed amministratore della Società – tengo a precisare che la riduzione degli interventi di pulizia decisi dall’Asl non solo all’ospedale di Tortona ma in tutte le strutture sanitarie provinciali in cui effettuiamo i lavori, non riguarda le aree sanitarie critiche (ambulatori, sale operatorie reparti ospedalieri ed altro – ndr) ma solo uffici ed altre zone. La riduzione di lavoro ha inevitabilmente inciso sulla quantità di personale necessaria, per cui, in accordo con le organizzazioni sindacali abbiamo stipulato il contratto di solidarietà che però vorrei precisare, riguarda soltanto il 15% del personale addetto alle pulizie. La situazione comunque, salvo imprevisti dovrebbe essersi stabilizzata.”.

 20 marzo 2013