Il Comune di Tortona ha deciso di “rivedere” la struttura dei servizi educativi ed in particolar modo quelli extrascolastici e dedicati ai bambini.

Baby Parking, Ludoteca, Casa dei bambini e Doposcuola verranno strutturati in maniera diversa, con orario meno rigido e più flessibile in modo da poter risparmiare sul personale e ridurre le spese. Forse alcuni verranno anche accorpati.


La decisione è stata presa dal Comune e discussa a grandi linee nella riunione della Commissione Servizi sociali  presieduta da Laura Pavan.

Un intervento che rientra nei tagli annunciati dal Comune per il bilancio 2013 dove la Giunta – Berutti è chiamata a risparmiare circa 2 milioni di euro rispetto al Bilancio dell’anno precedente.

“Di fronte alle alternative di sopprimere il servizio o aumentare i costi per gli utenti dopo i rincari dello scorso anno – dicono in municipi – abbiamo deciso di non fare né l’una né l’altra cosa, ma di rendere il servizio più flessibile e meno rigido, rivedendo tutta la situazione così da mantenere attivi tutti i servizi ma in maniera diversa da com’erano strutturati prima in un’ottica di contenimento dei costi. Abbiamo deciso di rivedere e riorganizzare alcuni dei servizi a domanda individuale per avere dei risparmi di spesa senza privare le famiglie di supporti assistenziali che per loro sono fondamentali e non dover ritoccare le tariffe. Quindi si cercherà di ottimizzare l’offerta mantenendo lo standard del servizio ma senza gravare sui bilanci delle famiglie.”

 3 marzo 2013