Da lunedì 11 marzo inizieranno ad essere elevate le sanzioni legate allo spazzamento meccanizzato delle strade e delle piazza di Casale Monferrato. Dopo gli avvisi informativi lasciati sui parabrezza delle auto e negli androni delle case, quindi, si dovrà fare molta attenzione ai nuovi divieti di sosta temporanei.

«Affinché i mezzi possano svolgere al meglio il proprio lavoro – ha spiegato l’assessore all’Ambiente, Vito De Luca – dalle ore 4,00 alle ore 9,00 dei giorni indicati sui cartelli stradali non ci dovranno essere veicoli parcheggiati, in modo che si riesca a pulire fino ai bordi delle strade e dei marciapiedi. L’obiettivo è quello di avere una città sempre più pulita e non di vessare i cittadini: per questo motivo abbiamo svolto un’intensa campagna informativa e abbiamo messo a disposizione dei casalesi anche alcuni strumenti per essere avvisati dei giorni in cui sono attivi i divieti di sosta temporanei per lo spazzamento».


Chiunque, infatti, può collegarsi al sito internet del Comune (www.comune.casale-monferrato.al.it) dove, nella sezione dedicata, indicando la via, strada o piazza interessata potrà conoscere i giorni in cui è in vigore il divieto di sosta. Nella stessa pagina, inoltre, si potranno inserire i propri dati e ricevere nella propria casella di posta elettronica un’e-mail che, automaticamente e gratuitamente, avviserà del passaggio della macchina spazzatrice nella via indicata.

Proseguono intanto anche i controlli da parte degli ispettori di Cosmo e degli agenti di Polizia Locale, sulla raccolta differenziata a Casale Monferrato: «I controlli sono un obbligo previsto dal regolamento consortile in vigore dal 2007 – ha proseguito l’assessore De Luca – e sono volti a limitare l’errato conferimento dei rifiuti. Fortunatamente la maggioranza dei cittadini svolge un’accurata raccolta differenziata, ma ci sono ancora segnalazioni di casi in cui, soprattutto nei sacchi dell’indifferenziato, si ritrova qualsiasi tipo di rifiuto. Ciò che deve essere chiaro è che non svolgere un’efficace e attenta raccolta differenziata penalizza l’intera città».

Si sta quindi proseguendo nei controlli che, dopo le 35 sanzioni di metà febbraio, hanno portato a elevare 26 nuove sanzioni amministrative: «Come annunciato nelle scorse settimane – ha concluso Vito De Luca – stiamo monitorando attentamente la situazione, svolgendo incontri quindicinali con i rappresentanti della Polizia Locale e di Cosmo, affinché si individuino le criticità cercando di porvi rimedio. Volere una città più pulita deve essere l’obiettivo condiviso e per far questo ci vuole l’impegno di tutti».