Un “taglio di 1 milione 127 mila euro, pari ad oltre il 18% del contributo erogato lo scorso anno. Questa la “tegola” giunta al Cisa, il Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale, che fornisce aiuti agli oltre 60 mila abitanti nei 40 Comuni del Tortonese e che adesso sarà costretto a ridurre le prestazioni.

L’annuncio arriva direttamente da Angelo Barco, sindaco di Sale e presidente dell’assemblea dei Comuni.


“Purtroppo – dice Barco – la notizia ci è stata confermata: la Regione erogherà al Consorzio 1 milione 127 mila euro in meno rispetto allo scorso anno (ne aveva erogati 6 milioni 195 mila – ndr) e questo ci pone in grave difficoltà, perché per pareggiare i conti siamo costretti ad attuare tre interventi: riduzione dei servizi, riduzione della spesa e aumento delle rette ai comuni che attualmente pagano 25,50 euro all’anno per ogni abitante.”

“Come presidente dell’assemblea dei Comuni del Tortonese – conclude Barco – ho già incontrato gli amministratori del Comune di Tortona, poi i sindaci della Comunità montana e quelli della Bassa valle Scrivia; nei prossimi giorni concluderò gli incontri poi sottoporremo al Consiglio di Amministrazione del Cisa il nostro parere. Quest’ultimo, a sua volta, elaborerà un piano che verrà approvato dall’assemblea dei Comuni, ma è evidente che si dovranno perseguire tutte e tre le soluzioni. In che modo e in quale misura verrà deciso nelle prossime settimane.”

Il Cisa si occupa di assistenza agli anziani, ai disabili e ai ragazzi. Complessivamente il numero delle persone aiuta erogando contributi o servizi è di oltre 1.500 all’anno, di cui 600 anziani. Il taglio disposto dalla regione pesa per il 7% sul Bilancio generale.

2 febbraio 2012