Corso Romita

Corso Romita

Diminuiscono di un quinto gli incidenti stradali che raggiungono il minimo storico, ma corso Romita diventa la strada più pericolosa della città e surclassa le statali esterne all’abitato che fino ad ora erano quelle dove si verificava il maggior numero di incidenti.

Questo emerge dai dati sull’attività svolta dai Vigili Urbani di Tortona nel corso del 2012.


Il numero degli incidenti stradali rilevati dagli agenti di Polizia Municipale sono infatti passati da 214 del 2011 a 169 del 2012, con un calo del 21%. Si tratta del dato più basso degli ultimi dieci anni e notevolmente inferiore a tutti quelli finora riscontrati.

In diminuzione anche il numero dei feriti che sono passati da 75 a 63 ma in misura proporzionalmente inferiore (-10%) a quella degli incidenti. Anche in questo caso, però, il numero dei feriti è il più basso degli ultimi dieci anni.

Questa drastica diminuzione, secondo il comandante della Polizia Municipale, Flaviano Crocco, oltre che ai controlli che vengono effettuati (ma venivano fatti anche prima) è dovuta in gran parte alla crisi: “Ci sono meno soldi – ha detto il comandante – e circolano anche meno veicoli perché usare l’auto è comunque un costo.”

Altra sorpresa riguarda le strade più pericolose: la trafficata corso Romita, raggiunge l’ex statale per Voghera in cima la classifica e con 8 incidenti rilevati diventa la strada più pericolosa della città insieme alla ex statale con lo stesso numero di incidenti. Il dato deve indurre alla riflessione perché in corso Romita, tra semafori, rotonde, e scuole è impossibile viaggiare ad alta velocità quindi la causa principale degli incidenti è dovuta sicuramente a distrazione.

Terza strada più pericolo della città è la statale per Genova (7 incidenti), seguita dalla statale per Alessandria (6), poi Corso della repubblica e piazza Milano con 4 incidenti ciascuno.

Il 34,3% degli incidenti stradali (58 su 169) è dovuto ad uno scontro fronto-laterale, il 18,9% (31 incidenti) ad un tamponamento e il 14,6% (24) ad uno scontro laterale.

Il periodo della giornata in cui avviene il maggior numero di incidenti stradali è quello compreso tra le 15 e le 18: su 169 ben 59 pari al 34,9% si sono verificati in quella fascia oraria mentre 54 (pari al 31,9%) sono accaduti dalle 9 alle 12 del mattino.

 1° febbraio 2013