Ecco il bilancio sull’attività svolta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona nel  2012 raggruppato nella Newsletter numero 8.

 Cinque progetti dell’Accademia

Accademia Carlo Boggio Sola - ICirca i due terzi delle risorse stanziate annualmente dalla Fondazione a favore del territorio sono indirizzate all’area del sociale, con particolare riferimento ai settori della sanità, dell’educazione-istruzione e dell’assistenza agli anziani.


Tali scelte, determinate da una partecipata considerazione alle esigenze della nostra comunità, trovano oggi nuovo impulso nella volontà di ricordare la figura del Presidente Carlo Boggio Sola e seguire il suo esempio con una costante attenzione ai giovani del territorio Attraverso l’Accademia delle Idee a lui intitolata la Fondazione svilupperà una parte dei suoi interventi nell’ambito dell’educazione e della formazione giovanile, sia attraverso programmi strutturati su più esercizi, sia con finanziamenti annuali per singole iniziative.
Sono complessivamente oltre tremila i giovani interessati dai progetti, realizzati anche in collaborazione con l’Azienda Sanitaria Locale di Alessandria ed altre Associazioni del territorio, la cui finalità è dare vita ad una scuola al passo coi tempi attenta ai bisogni dei giovani e delle loro famiglie, nella logica della natura sussidiaria dell’attività della Fondazione, quale complemento e integrazione dei compiti delle pubbliche amministrazioni oggi limitati da strette esigenze di bilancio.

L’apertura dell’anno scolastico 2012-2013 ha rappresentato l’occasione per dar vita ad una serie di programmi organici, con particolare attenzione a quegli ambiti socio-sanitari in cui i riscontri diagnostici hanno subito in questi anni significativi e preoccupanti incrementi come nei casi dei problemi andrologici adolescenziali (P.A.S.S.) e dei disturbi specifici dell’apprendimento (D.S.A.) nei giovanissimi studenti.

Dei nostri progetti che troveranno attuazione e sviluppo nei prossimi mesi, proponiamo delle sintetiche schede di presentazione.

 

1. Progetto Andrologico Screening Studenti – P.A.S.S.

1 Progetto screening - IScreening mirato a patologie andrologiche nell’età adolescenziale.
Promotore: Azienda Sanitaria Locale di Alessandria – S.O.C. UROLOGIA Novi Ligure – Tortona, Direttore progetto dottor
Franco Montefiore.
Destinatari: popolazione scolastica maschile, fascia età compresa 17/18 anni, studenti ultime due classi medie superiori.
Soggetti interessati allo screening circa 270 unità, studenti di Licei, Istituti tecnici, Istituti formazione professionale, (scuole pubbliche e private) del territorio.
Modalità operative: dopo una prima fase di incontri volti alla sensibilizzazione al problema nelle scuole avvio agli esami clinici presso le infermerie delle scuole o presso ambulatorio Urologia Ospedale di Tortona.
Per quei casi riscontrati positivi, si procede con ulteriori interventi specialistici. Al progetto aderisce il Rotary Club di Tortona.

 

2. Progetto: D.S.A. – Disturbi Specifici Apprendimento

2Screening finalizzato all’individuazione di casi sintomatici, con conseguente avviamento ai percorsi diagnostici e relativi provvedimenti compensativi.
Responsabile scientifico: professor Giacomo Stella (Università di Reggio Emilia). La parte organizzativa e amministrativa
è affidata a Giunti Scuola Srl – Firenze.
Destinatari: popolazione scolastica nella fascia di età compresa tra i 5 ed i 7 anni – ultimo anno scuola materna, 1° e 2° classe scuola primaria.
Oltre mille i soggetti interessati al progetto.

Coinvolgimento di tutte le scuole sia pubbliche che private del territorio.

Modalità operative: il progetto prevede una formazione specifica degli insegnanti destinati a diventare in seguito i somministratori dei test, con l’assistenza di psicologi in qualità di tutori, un’attività di coinvolgimento delle famiglie unitamente ad attività informativa e divulgativa alla città.
Durata: il percorso prevede tappe definite di interventi nell’arco dell’intero anno scolastico.

 

3. Non calpestate le margherite. Interventi di educazione affettivo-sessuale per gli adolescenti

Educazione alla sessualità con riflessione sulle componenti emozionali e sentimentali. Evoluzione psico-fisica dell’età adolescenziale. Prevenzione e malattie specifiche.

3Promotore: Azienda Sanitaria Locale di Alessandria – Consultorio Familiare Tortona, Responsabile progetto dottoressa Claudia Deagatone.
Destinatari: popolazione studentesca nella fascia di età compresa tra i 14 ed i 16 anni, classi 3° media inferiore e prime due classi delle scuole superiori.

Soggetti interessati al progetto circa 1250 unità.
Modalità operative: ad una fase iniziale informativa segue l’attività d’intervento dell’équipe medica costituita da ginecologo, ostetrica e psicologo, rivolta in forma collettiva alle classi. E’ prevista una formazione specifica per i docenti,
articolata in 4 incontri.

Particolare attenzione ai soggetti di 14 anni (3° media) per i quali si è prevista specificatamente l’implementazione dell’organico medico-scientifico con l’inserimento della figura dello psicologo.
Inoltre verrà attivato uno sportello di ascolto e di informazione sulle problematiche specifiche all’interno degli istituti delle scuole superiori.
Durata: da ottobre 2012 ad aprile 2013.

 

 4. Bottega d’arte urbana

4Attivazione di laboratori artistici per giovani, finalizzata a interventi educativi e a realizzazioni ludico-estetiche in città.
Promotrice del progetto: Fondazione C.R. Tortona, la direzione e realizzazione è affidata al Centro Servizi per bambini e pre-adolescenti Carpe Diem di Tortona.
Destinatari: ragazzi di età compresa tra 8 e 17 anni. Adesione e iscrizione ai laboratori libera e aperta a tutti.
Interessati al progetto circa 60 soggetti.
Modalità operative: il progetto prevede laboratori di arte circense, fotografia urbana, percussioni, street art, pittura, animazione stop motion.
Progetto strutturato in 6 corsi con 5 istruttori per un totale di 120 incontri pari a 240 ore di attività.
Al termine dei laboratori, i partecipanti daranno vita ad un evento dal titolo “Ricirco Urbano di Santa Croce” che prevede un percorso di animazione artistica attraverso la città, con isole tematiche per performance e per esposizioni di manufatti artistici.

Durata: da ottobre 2012 a maggio 2013.

 

 5. Un giorno al museo – Incontri e sperimentazione

5Al Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano, visite articolate e laboratori didattici sui temi: Materiali, Energia, Comunicazione, Scienza per l’infanzia, Nuove Frontiere, Leonardo & Scienza.
Organizzazione: Fondazione C.R. Tortona con il Museo della Scienza e della Tecnologia unitamente alle scuole interessate.
Destinatari: allievi, nella fascia di età compresa tra i 10 e 14 anni.
Modalità operative: accordi con il Mu.S.T. per il calendario visite delle classi, trasferimento a Milano con autopullman, gruppi 50 alunni con insegnanti di accompagnamento.

Ad iniziare da febbraio/marzo 2013.

**********************************************************************************************************

 Tortona e il parco del Castello

Il segreto è non correre dietro alle farfalle. E’ curare il giardino perché esse vengano da te.

(Mario Quintana)

Castello nel 1920 - I

Il Castello nel 1920

Un valore aggiunto di una piccola città di provincia è spesso costituito dalla presenza sul territorio di aree verdi poste vicino al cuore urbano che contribuiscono a migliorare la qualità di vita della comunità.
Il Parco del Castello costituisce un esempio di tale ricchezza, a volte non sufficientemente valorizzata ed apprezzata, anche a causa della difficoltà dell’Ente pubblico a reperire le significative risorse necessarie alla sua manutenzione.

Nell’ottica di sopperire a tale carenza, la Fondazione ha deciso di intervenire direttamente nella cura di tale polmone verde attraverso la stipula con il Comune di Tortona di una convenzione per il 2012 che prevede la realizzazione delle opere di manutenzione ordinaria che hanno riguardato l’intera area attraverso la periodica sfalciatura dei prati, la potatura delle siepi e di alcune essenze nelle vicinanze della torre del Castello e la pulizia delle rive.

Un segnale di attenzione del nostro Ente, nella speranza che questo impegno dia impulso ad iniziative finalizzate alla realizzazione di quelle infrastrutture che consentano alla città di riappropriarsi di un’area intimamente legata alla storia, alla vita ed alle tradizioni di Tortona.

**********************************************************************************************************

Un aiuto al C.I.S.A. Tortona

Solidarietà -IIn un momento di grave difficoltà economica la Fondazione è chiamata necessariamente ad operare su più versanti, nell’ambito delle situazioni di disagio sociale.

Un contesto di così significativo bisogno ha rafforzato la sinergia tra la Fondazione ed il Consorzio Intercomunale Socio-Assistenziale C.I.S.A. Tortona attraverso lo stanziamento di una somma pari a 80.000,00 euro finalizzata all’erogazione di interventi di assistenza economica a favore della popolazione indigente del territorio.

**********************************************************************************************************

 La scuola per il futuro

A partire dall’esercizio 2002 la Fondazione ha dato avvio a un progetto pluriennale volto ad arricchire i piani dell’offerta formativa e ad implementare la dotazione di strumenti didattici a disposizione degli studenti degli Istituti scolastici del Distretto di Tortona e della Val Borbera con la finalità di contribuire localmente allo sviluppo di una moderna “scuola dell’innovazione” fondata sull’interesse e la motivazione dei giovani, sulla sperimentazione attiva in grado di potenziare le loro capacità critiche e decisionali.
sccuola - INel periodo ricompreso tra il 2002 ed il 2012, attraverso la diffusione con cadenza annuale di un bando indirizzato a tutte le scuole del Distretto scolastico di Tortona, la Fondazione ha stanziato complessivamente circa 1.700.000 Euro, ripartiti sulla base di progetti e piani di investimento predisposti dai vari Istituti tenendo conto delle proprie specificità e delle proprie carenze più rilevanti.
Molto vario il panorama dei progetti finanziati: acquisto di personal computer, ausili didattici, strumenti di laboratorio, finanziamento di corsi di studio a carattere innovativo o sperimentale e di progetti di orientamento scolastico.
L’intervento della Fondazione nell’ottica del potenziamento degli strumenti didattici a disposizione degli Istituti scolastici ha cercato di svincolarsi dalla tradizionale logica dell’incremento quantitativo dei supporti, privilegiando, nella selezione delle iniziative, la “qualità” del progetto in relazione alle risorse umane messe a disposizione  dalle singole scuole e l’aggiornamento delle attrezzature alla continua evoluzione tecnologica.
A partire dall’edizione 2006 il progetto è stato esteso anche alle scuole elementari ed ai centri di formazione professionale nella convinzione del ruolo fondamentale svolto dalla formazione quale risorsa che accompagna l’individuo “lungo tutto l’arco della vita”.

Nel corso dell’esercizio 2012 si è dato corso all’undicesima fase del progetto ad esito della quale sono stati stanziati complessivi 186.170,00 Euro a favore dei seguenti Istituti scolastici del territorio:
Istituto “San Giuseppe” di Tortona € 5.500,00
Liceo Scientifico Statale “G. Peano” di Tortona € 20.000,00
Scuola Media Statale “Luca Valenziano” di Tortona € 12.000,00
Direzione Didattica 3° Circolo di Tortona € 18.000,00
Istituto Comprensivo “U. Foscolo” di Vignole Borbera € 16.000,00
Istituto Comprensivo di Viguzzolo € 7.000,00
Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri Onlus – Centro di Tortona € 11.000,00
Direzione Didattica 2° Circolo di Tortona € 18.000,00
CIOFS/FP Piemonte sede di Tortona € 9.000,00
Istituto “Santa Chiara” di Tortona € 9.200,00
Istituto Comprensivo “Martiri della Benedicta” di Serravalle Scrivia € 14.000,00
Istituto Comprensivo “F. M. Baxilio” di Castelnuovo Scrivia € 7.700,00
Istituto Statale “G. Marconi” di Tortona € 20.000,00
Direzione Didattica 1° Circolo di Tortona € 18.770,00.