Lettera TNTEgregio Direttore,

vista la sua disponibilità approfitto per segnalare un disservizio lamentato da gran parte dei cittadini di Tortona che, per un verso o per un altro, lo hanno subito. Mi riferisco al servizio di consegna della posta che è stato affidato al famoso corriere che tutti conosciamo. Ormai sono praticamente all’ordine del giorno ritardi nella consegna, se non addirittura mancate consegne.

Frequentemente viene recapitata la posta dopo la scadenza del documento che si doveva ricevere, senza considerare il gravissimo episodio dei sacchi di posta abbandonati nello Scrivia che si spera non si ripetano più.

Per l’ennesima volta ho trovato una lettera abbandonata sotto la mia cassetta indirizzata ad un numero civico in più rispetto al mio e indicante il cognome esatto. Ciò significa che il collaboratore del corriere non solo non si è preoccupato di cercare il civico giusto, ma ha “mollato” la lettera sotto una cassetta che riportava altri cognomi! Questo sarebbe il servizio che viene erogato dai privati? Ripeto, non è la prima volta, e ho sentito parecchie persone che si lamentano della stessa cosa. La posta è importante, è privata e non deve essere consegnata ad altri e neanche andare persa! Loro la buttano dove capita!

E se il fatto di non avere per esempio pagato qualcosa comportasse una mora? Oppure un’opportunità persa?

Il corriere risarcirebbe il danno? Ormai questa è una situazione consolidata da anni; possibile che nessuno riesca a “porre dei paletti” nello svolgimento di un servizio fondamentale?

Sarebbe bello se la Polizia Postale intervenisse o aprisse un’inchiesta.

Allego la foto che questa volta ho scattato, della lettera del corriere TNT abbandonata sotto la mia cassetta fermata da un sasso!

Come sempre, grazie per l’attenzione.

Lettera Firmata

 11 febbraio 2013