Molti giornali, oggi, hanno dato ampo risalto alla notizia proveniente dalla Federcosumatori che con una sentenza del 16 febbraio il Giudice del Tribunale di Alessandria ha accolto il ricorso presentato da 45 alessandrini tramite i legali di Federconsumatori, per la restituzione dell’Iva sulla Tia, la tariffa di igiene ambientale, versata con le fatture emesse dal Consorzio di Bacino Alessandrino nel periodo 2005-2009.

Abbiamo anche noi ricevuto la nota dell’associazione dei Consumatori ma l’abbiamo cestinata perché alla fine di una serie di elogi, c’è la frasetta che spiega in realtà come stanno le cose: “sentenza peraltro impugnata dal Consorzio e che verrà discussa nell’ udienza prevista per il prossimo 28 febbraio”.


Quindi nessun rimborso per i 45 consumatori, ma semplicemente la conclusione di un primo grado di giudizio a cui ne seguiranno sicuramente altri.

Per noi è una “non notizia” ma saremo ben felici di pubblicare l’esito della vicenda giudiziaria quando lì’ultima sentenza sarà divenuta definitiva.

 27 febbraio 2013