I giovani con meno di 25 anni, possiedono le idee chiare: il 54% ha votato Movimento Cinque Stelle, il 14% Berlusconi, il 7,6% Vendola, il 7,3% Ingroia e il 6,1% Fare, la lista di Giannino. Questo risulta nelle quattro città più grandi della provincia di Alessandria.

Il risultato emerge facendo la differenza tra i voti della Camera dei deputati, dove votano tutti coloro che hanno più di 18 anni e quelli del Senato dove invece votano solo coloro che hanno più di 25 anni. Scorporando questi dati, si ha l’immagine chiara della tendenza dei giovani, che sono stati quelli che hanno spostato l’ago della bilancia a favore di Beppe Grillo sia a livello nazionale che locale.


Secondo i dati definitivi, quindi il 54% dei giovani compresi fra 18 e 25 anni ha votato Grillo, mentre il restante 46% del  si è indirizzato soprattutto verso Sinistra da SEL ad Ingroia, oppure alla lista civica “Fare” di Giannino. Alcuni hanno votato anche Pdl, mentre pochissimi giovani hanno scelto il Partito Democratico o la Lista civica di Monti.

Ma vediamo nel dettaglio come, in ogni singolo Comune, il voto degli under 25 ha spostato gli equilibri nei maggiori partiti.

 

ALESSANDRIA

Alla Camera, rispetto al Senato, il Movimento Cinque Stelle ha preso 1.670 voti in più pari al 55,7% dei giovani votanti ed infatti i grillini sono passati dal 26,4 al 28%. Molti voti anche al PDL (421, pari al 14% del voto giovanile in città), seguono 247 voti in più a Rivoluzione Civile (8,2% dei giovani under 25), 176 voti a Sinistra Ecologia e Libertà  (5,8%), 175 in più alla Lega Nord  (5,8) e ben 155 a “Fare” che per la lista di Giannino  equivalgono addirittura al 25% del totale dei voti presi  in città. Infine 83 voti dei giovani a  Monti 83 e 68 a Fratelli d’Italia.

 

TORTONA

Sono 462 i giovani under 25 che hanno votato Movimento Cinque Stelle ed ammontano esattamente al 51,6 degli under 25 tortonesi.  Questa massiccia adesione di giovani a Beppe Grillo fa volare il Movimento che solo per una manciata di voti (35 dal PD) per poco non diventa il secondo partito cittadino. A Tortona, però, rispetto alle altre tre città, tanti giovani hanno votato Pdl: sono stati ben 189 pari al 21% degli under 25. Staccati tutti gli altri: Fare con 59 voti dei giovani, Lega 45, Pd 42, Rivoluzione Civile 35, Fratelli d’Italia 31 e Sel 30.

 

NOVI LIGURE

Il Movimento Cinque Stelle spopola e lo fa grazie al voto giovanile: sono stati ben 616 i voti in più ottenuti alla Camera rispetto al Senato pari al 60,9% dei voti under 25. Segue il Pdl 121 voti in più, poi Sel (71), Rivoluzione Civile (65), Fare (58), e Lega nord (26).

 

CASALE MONFERRATO

E’ forse il Comune che rispetto agli altri tre il voto dei giovani a Beppe Grillo è stato leggermente inferiore: solo il 46,2% degli under 25 che si sono recati alle urne, infatti, ha votato il Movimento Cinque stelle, che comunque ha preso 601 voti in più rispetto al Senato passando dal 21,5 al 23%.

I giovani casalesi, in proporzione hanno votato di più Vendola: Sel infatti ha ottenuto 195 preferenze in più (pari al 15% del voto giovanile) seguito dal Pdl con 143 voti (11%) Fare con 111 (8,5%), Rivoluzione Civile con 106 voti in più (8,1% dei giovani casalesi), Fratelli d’Italia 71, Pd 34, Monti 32, Lega Nord 12.

 26 febbraio 2013