Come annunciato nell’incontro con gli amministratori di condominio del 10 gennaio scorso, proseguono i controlli, da parte degli ispettori di Cosmo e degli agenti di Polizia Locale, sulla raccolta differenziata a Casale Monferrato. Un obbligo, questo dei controlli, previsto dal regolamento consortile in vigore dal 2007.

Ad oggi sono stati effettuati una sessantina di controlli ed elevate 35 sanzioni amministrative: «Come ho più volte ripetuto – ha spiegato l’assessore all’Ambiente, Vito De Luca -, l’errato conferimento dei rifiuti penalizza l’intera città , a partire dai molti casalesi che fanno una corretta e attenta raccolta differenziata».


Nei mesi scorsi, infatti, era stato rilevato, soprattutto nei condomini, un elevato numero di rifiuti non differenziati, con particolari criticità nei sacchetti e nei sacchi riservati all’indifferenziato: «Abbiamo una documentazione fotografica che evidenzia i problemi riscontrati – ha proseguito De Luca – Per ovviare a tutto ciò ci deve essere un’opera di sensibilizzazione da parte degli amministratori, ma anche degli stessi cittadini: la raccolta differenziata è un dovere civico nei confronti dell’ambiente e della propria città».

Per monitorare la situazione, l’assessore all’Ambiente ha deciso, inoltre, di incontrarsi ogni due settimane con la dirigente del Settore Ecologia del Comune, Carla Coggiola, un rappresentante del comando di Polizia Locale e il direttore generale di Cosmo, Fiorenzo Borlasta, per fare il punto della situazione sulla qualità della raccolta e sui controlli effettuati.

«Quello che deve essere chiaro – ha sottolineato Vito De Luca – è che non c’è alcuna volontà vessatoria. Così oltre alla informazione, attraverso la preziosa opera degli organi di stampa, abbiamo voluto prima incontrare gli amministratori di condominio per avvisare delle criticità riscontrate, chiedendo il loro un’aiuto nell’estenzione dell’opera di ’informazione. Lo stesso criterio lo stiamo adottando per quanto riguarda lo spazzamento meccanizzato delle vie».

Proprio per lo spazzamento, infatti, nei prossimi giorni saranno lasciati sui parabrezza delle auto e negli androni delle case alcuni foglietti informativi che ricorderanno l’introduzione dei nuovi divieti di sosta temporanei attivi nelle strade della città per consentire, nelle ore stabilite, di far circolare liberamente le macchine spazzatrici.

«Rendere la nostra città più pulita e vivibile è l’imperativo che deve animare tutti», ha concluso l’assessore De Luca.

 15 febbraio 2013