La Giunta Comunale, nella seduta di ieri, ha deliberato di conferire all’Avvocatura Comunale l’incarico di attivare tutte le procedure esecutive necessarie per recuperare i crediti vantati dal Comune di Alessandria nei confronti di Piercarlo Fabbio, Luciano Vandone, Carlo Alberto Ravazzano e degli altri 29 assessori e consiglieri comunali condannati in primo grado dalla Procura regionale piemontese della Corte dei Conti.

Il provvedimento scaturisce da una nota della stessa procura con la quale si è chiesto al Comune di procedere al recupero delle somme dovute all’Amministrazione.


Nella stessa comunicazione si richiede che il Comune entro 30 giorni comunichi alla Corte dei Conti le notizie inerenti alle procedure di recupero e che ogni sei mesi, dall’avvio della procedura e fino alla sua conclusione, venga inviata una breve relazione riepilogativa.

Nella sentenza n. 6/13 del 12.12.2012 la Procura regionale della Corte dei Conti ha condannato gli ex-amministratori al pagamento della somma complessiva di 7.624.210 euro (con addebito ad ognuno in misura percentuale) oltre alla rivalutazione monetaria, agli interessi legali e alle spese di giustizia liquidate in 36.372 euro.

Sarà l’Avvocatura Comunale a mettere in atto le procedure necessarie: la dottoressa Orietta Bocchio è stata nominata responsabile del procedimento di esecuzione della Condanna.

 14 febbraio 2013