«Entro fine mese la Regione Piemonte dovrà dare una risposta al problema delle corse sostitutive tra Casale Monferrato e Vercelli. Mi rivolgo alla Regione come ho fatto poche settimane addietro con la nostra municipalizzata Amc: in un periodo di crisi diventa sempre più importante garantire i trasporti collettivi».

L’assessore ai Trasporti, Federico Riboldi, appena venuto a conoscenza del mancato finanziamento dei servizi di autobus sostitutivi delle linee ferroviarie sospese, tra cui la Casale Monferrato – Vercelli, ha predisposto una lettera che sarà inviata già nei prossimi giorni all’assessorato regionale: «Dal 1° febbraio c’è la possibilità che le corse che partono alle 20,00 e alle 21,00 da Casale e quelle che partono alle 20,30 e alle 21,30 da Vercelli, oltre a tutte le corse del sabato pomeriggio tra Casale e Vercelli a partire dalle 15,00, non saranno più effettuate. Questa è una situazione non accettabile».


Gli atti che destinerebbero i fondi regionali alle varie Province per le corse sostitutive non sono ancora ufficialmente disponibili, situazione che ha portato l’Ati (Associazione Temporanea d’Imprese) costituita tra l’Atap, la Baranzelli Natur e la Stac a comunicare che «Non potendo oggettivamente procedere con l’erogazione dei servizi in totale carenza di relativa copertura finanziaria e contrattuale, con rammarico e sul malgrado, comunica che i servizi automobilistici sostitutivi di ferrovia delle autolinee Romagnano – Santhià e Vercelli – Casale saranno interrotti a partire dal giorno 1° febbraio 2013».

Netta la posizione anche dell’assessore alla viabilità su rotaia, Giampiero Farotto: «Sono certo che la Regione saprà capire l’importanza della Casale – Vercelli e la necessità di continuare a garantire un servizio utilizzato principalmente da lavoratori, studenti e universitari. Il trasporto su rotaia è stato storicamente l’ossatura dello sviluppo economico in Piemonte e così dovrà continuare. Il nostro no ad un eventuale taglio sarà netto e deciso».

«La città di Casale Monferrato non può accettare di vedere ridotti i propri servizi di trasporto – ha concluso Riboldi – il rischio dell’ isolamento potrebbe avere gravi ripercussioni economiche sull’intero territorio. Salvaguardare una linea come la Casale Monferrato – Vercelli, significa salvaguardare lo sviluppo di tutto il Monferrato Casalese. Il mio personale impegno in questa vicenda sarà totale: se la situazione a breve non sarà sistemata, andrò personalmente dall’assessore regionale Barbara Bonino, che già in passato dimostrò sensibilità nei confronti del nostro territorio salvando da un taglio quasi certo la Casale – Vercelli, per ribadire l’importanza del mantenimento dei collegamenti serale e al sabato».

25 gennaio 2013