La società pubblica “Gestione Ambiente” formata da Asmt e Acos che si occupa della raccolta dei rifiuti e dello spazzamento strade nel tortonese e nel novese rischia di gettare alle ortiche oltre 250 mila euro.

La vicenda è stata sollevata dal consigliere comuale di Tortona, Paolo Ronchetti, dell’Idv e riguarda la fornitura di gasolio per i 150 mezzi utilizzati dalla società (di cui l’Asmt e quindi il Comune di Tortona possiede il pacchetto di maggioranza) per la raccolta dei rifiuti e lo spazzamento delle strade.


L’azienda ha bandito una gara ad evidenza pubblica per l’approvvigionamento del carburante per una durata di tre anni senza utilizzare il servizio “Consip” che, secondo Ronchetti, le avrebbe permesso di risparmiare circa 250 mila euro.

“Siamo in presenza di un bando europeo per una fornitura di gasolio con prezzo a base d’asta di 4 milioni di euro – dice Ronchetti – con aggravio di spese anche per la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale (oltre duemila euro). Un bando di gara che avrebbe potuto essere evitato con un risparmio notevole se Gestione Ambiente si fosse direttamente rivolta a Consip come fanno tutte le aziende pubbliche. Non riusciamo proprio a comprendere il motivo di questa scelta, soprattutto perché si tratta di denaro pubblico versato dai contribuenti.”

Gestione Ambiente replica affermando che loro non hanno i requisiti per rivolgersi a Consip: “la nostra interpretazione in merito alle disposizioni – replica Massimo Crocco di gestione Ambiente – è che non possiamo accedere ai servizi di Consip che sono riservati alle aziende dello stato e preclusi agli enti pubblici economici e alle aziende che offrono servizi, per cui abbiamo effettuato la gara, che potrebbe essere anche vantaggiosa perché non è detto che il ribasso sia inferiore a 250 mila euro (8,3% del prezzo a base d’asta – ndr).”

Per Ronchetti invece le cose non stanno esattamente così: “ma non esiste – aggiunge il consigliere comunale – mi sono informato presso la ditta Europam di Consip a Genova, che serve questa parte del nord Italia e mi è stato detto che loro erano pronti a fornire il gasolio a Gestione Ambiente, perché comunque si tratta di una Società partecipata, pubblica e Consip è stata istituita anche per casi come questo. Al limite sarebbe stato più corretto mettere a base d’asta il prezzo di Consip, in modo da consentire un risparmio ulteriore.”

 

IL COMUNE DI TORTONA APPOGGIA RONCHETTI

Ronchetti ha sollevato la questione mercoledì mattina durante la riunione della Commissione dei capigruppo. Il sindaco Massimo Berutti ha convocato una riunione di Giunta nella giornata di giovedì proprio per discutere anche di questo problema..

“Non eravamo a conoscenza di questo fatto – dicono in Comune – Gestione Ambiente, non è a nostra diretta partecipazione, ma è controllata da ASMT. Dal punto di vista della legittimità a nostro parere la procedura è corretta; è nel merito e nell’opportunità che non la condividiamo e la contestiamo. Nelle scorse settimane abbiamo scritto alle nostre Società partecipate invitandole a rispettare i principi di spending review e di razionalizzare il più possibile i costi. Questa decisione non rispetta l’indirizzo dato dall’Amministrazione comunale. Pertanto, affronteremo questo problema nella seduta di Giunta di domani e provvederemo a scrivere al presidente della società e al consiglio di amministrazione affinché si adegui alle richieste avanzate dall’Amministrazione comunale il cui scopo è quello di tutelare il pubblico interesse.”

 12 dicembre 2012