Si chiama Scelta Revoca Web e permette di scegliere o cambiare il proprio medico di medicina generale direttamente on line, dal portale dei servizi sanitari piemontesi “Ioscelgolasalute” ( www.ioscelgolasalute.it ), evitando di fare code agli sportelli. Per accedere al servizio è sufficiente registrarsi sul sito Sistema Piemonte ( www.sistemapiemonte.it ) o essere in possesso di una Tessera Sanitaria – Carta Nazionale dei Servizi già attiva.

Il funzionamento è semplice: dopo avere effettuato l’accesso, si ottiene una lista dei medici disponibili nel proprio territorio di residenza o di domicilio. Per ogni medico è possibile visualizzare l’orario di ricevimento, l’indirizzo dell’ambulatorio, calcolare la distanza dalla propria abitazione e scegliere l’opzione preferita con un semplice click.


Non solo: il servizio offre tutte le informazioni sui medici che operano nelle zone immediatamente confinanti con il proprio ambito territoriale, in modo da avere sottomano tutti i dati per richiedere direttamente all’ASL, questa volta in modo tradizionale, di essere assegnati a uno di loro per motivi specifici.

Realizzato dalla Regione Piemonte, Assessorato alla Sanità, in collaborazione con il CSI Piemonte, il nuovo servizio interessa i Medici di Medicina Generale ed è ora disponibile in fase sperimentale per tutti i cittadini che fanno riferimento alle Aziende Sanitarie di Alessandria e di Novara. Il sistema è stato realizzato dal CSI in modo da poter essere comunque applicato a tutte le ASL senza oneri di investimento e sarà quindi presto esteso ad altre zone del Piemonte.

Il servizio è stato progettato per essere accessibile anche con le nuove Tessere Sanitarie già in distribuzione.

“Il cittadino può visualizzare rapidamente tutte le opzioni di medici disponibili nella zona” afferma Mauro Tinella, Coordinatore Distrettuale dell’ASL di Alessandria” e avere il quadro completo di ciò che può scegliere on line e di quello che richiede invece una procedura tradizionale”.

Aggiunge Arabella Fontana, Direttore Sanitario dell’ASL di Novara “Nel nostro caso il servizio sarà subito messo alla prova: stanno andando in pensione alcuni medici di famiglia e quindi parecchi pazienti dovranno fare una nuova scelta”.

10 dicembre 2012